Skip to content

Usignolo blu

La cosa meravigliosa della fantastica specie di usignoli è che c’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire, specialmente quando si tratta di specie. Vuoi scoprire qualcosa in più sul fantastico usignolo blu?

Cosa possiamo dirti di questo uccello?

usignolo Blu, che riceve il nome scientifico larvivorous Ciane , è anche conosciuta con il nome di siberiano coliazul siberiano o blu robin , ed era precedentemente classificato nella Turdidae famiglia fino a quando non è stato incluso nel genere della luscina.

È una specie migratrice che vive vicino alle rive dei torrenti e dei fiumi della taiga, nella zona meridionale della Siberia e dell’Estremo Oriente . Risiede principalmente nelle foreste della Cina nordorientale, della Corea, del Giappone e di Sakhalin , ma durante i mesi invernali si sposta nel sud-est asiatico e in Indonesia. È raro vederlo in Europa, considerandosi un vagabondo nella parte orientale del Pakistan.

È facile distinguerlo?

La verità è che molti lo confondono con l’usignolo comune, perché è abbastanza simile, tuttavia, questo ha la tonalità blu sul retro e il ventre bianco . Si potrebbe dire che presenta un leggero dimorfismo sessuale, poiché la femmina è monotona, con le parti superiori marroni e la parte inferiore bianca. I suoi occhi scuri si stagliano sul viso marrone pallido.

Un altro modo per distinguerlo dal comune usignolo è che questa specie è normale vederla correre per terra, in cerca di cibo, agitando costantemente la coda per tutto il processo. Inoltre, è facile distinguerlo dal pettirosso eruopeo, dato che è un po ‘più grande di dimensioni, fino a 18 cm.

Sono riconosciute tre sottospecie:

  • Larvivora cyane cyane: questa è la specie nominale, scoperta nel 1776.
  • Larvivora cyane bochaiensis: la prima sottospecie di questo uccello, che si trova in tutta l’Asia.
  • Larvivora cyane nechaevi: una sottospecie abbastanza giovane che non è stata scoperta fino al 2006.

La differenza tra le specie nominali e la sottospecie è minima, l’unica differenza è la differenza di dimensioni e la quantità di tono bluastro sul retro.

Volete sapere di più su questa specie

Costruiscono i loro nidi principalmente nella taiga, in zone dove c’è una fitta copertura e alberi caduti, vicino ai fiumi per ottenere acqua e cibo. Il suo cibo principale è costituito da insetti e bacche. I nidi di solito li costruiscono sotto forma di tazze, situate su pendii o forti pendenze, tra le radici di alberi, rami caduti o bambù.

Dopo la riproduzione, la femmina depone da quattro a sei uova, che vengono incubate da essa per due o tre settimane fino alla nascita dei pulcini. Questi rimangono nel nido per circa tre settimane, fino a quando finalmente iniziano la loro indipendenza. La riproduzione di solito avviene durante la primavera, nel mese di maggio.

Come molti dei suoi simili usignoli, la sua dieta è composta da insetti invertebrati , che di solito cercano il terreno scorrendo da un posto all’altro e attaccano il suo forte becco nel terreno per estrarlo. Nei mesi di riproduzione è comune vederlo nutrirsi di larve. Anche se non è comune, è anche alimentato solitamente con bacche e piccoli frutti, per integrare la dieta con vitamine e minerali.

Non è una specie facile da individuare, dal momento che è piuttosto spaventosa e non si è mai abituata al contatto con gli esseri umani come l’usignolo comune o il pettazzurro. Nella cultura popolare, anche se considerato un uccello vagabondo in gran parte dell’Europa, è stato molto apprezzato dagli amanti del pollame e dei menestrelli per molti anni.