Skip to content
Uccelli Esotici

Colomba zurita

Sicuramente da qualche parte hai sentito parlare del piccione zurita, uno dei più amati dagli amanti della colombicultura. Ti piacerebbe imparare qualcosa di interessante su questo uccello? Bene, continua a leggere!

Abbastanza esteso

È conosciuto con il nome scientifico di columba oenas ed è un uccello abbastanza diffuso in Europa, nell’Asia occidentale e in Marocco , abbastanza simile alla versione domestica del coraggioso ma piccolissimo piccione.

In Spagna ci sono colonie ridotte in tutti i tipi di ambienti, tranne che nelle isole Baleari. Sembra che preferiscano vivere in aree pianeggianti con colture alla loro portata, dove ottengono facilmente cibo. Non è comune vederli vivere in zone di alta montagna.

È così diverso da quello selvaggio?

Alcuni potrebbero confonderlo fisicamente con i coraggiosi, ma la verità è che è diverso. Per cominciare, è un uccello più piccolo, poiché misura 30 cm di lunghezza , con un piumaggio grigio uniforme, anche nella parte inferiore delle ali, tranne che per le penne di volo e la fine di queste che hanno un tono nerastro.

Gli unici tocchi di colore che si trovano nel suo piumaggio sono le iridescenze, che sono di un colore verde o viola, secondo l’incidenza della luce. Il becco è di colore rossastro con una punta gialla, con occhi neri, mentre il resto dei piccioni ha il colore giallo o arancione.

La più grande differenza che ha con il coraggioso, così come quello domestico, è l’obispillo, che è grigio e non bianco come quello degli altri. Manca anche le due frange scure delle ali, che nel loro caso sono più fini, e il becco è rossastro e giallo, mentre le bravi sono nerastre. Altri possono confonderlo con un colombaccio, ma è facile distinguerlo perché non ha liste bianche nella zona del collo e le ali dei colombi sono più piccole.

Sono inoltre riconosciute due sottospecie:

  • Columba oenas oenas: la specie nominale che è stata scoperta nel 1758 e trovata nell’AP occidentale.
  • Columba oenas yarkandensis: è stato scoperto nel 1908 e può essere trovato in Kazakistan, Uzbekistan e nella parte occidentale della Cina.

Qualche informazione interessante su questo uccello?

L’alimentazione del piccione zurita è composta soprattutto di materia vegetale, preferendo i germogli e le piantine teneri. Ma puoi anche vederlo nutrirsi di semi, insetti e piccoli invertebrati come i vermi che li beccano dal terreno. In alcuni periodi puoi nutrirti di ghiande e pinoli. L’alloro, il biancospino, i cereali e i legumi costituiscono in genere la loro dieta principale.

Quando stanno per riprodursi, è normale costruire il loro nido nelle cavità dei vecchi alberi, senza contribuire molto materiale al nido. Hanno potuto osservare, in alcune occasioni, che costruiscono i loro nidi in tane di conigli, antiche rovine o tra siepi ed edere, ma possono anche nidificare in cassette nido.  Solitamente non si annidano l’uno vicino all’altro, rispettando il territorio di ciascuno.

Ad ogni serie, i piccioni zuritas possono mettere fino a 3 uova durante i due mesi di allevamento, tra marzo e settembre. L’incubazione viene effettuata da entrambi i genitori per due settimane e mezzo. I pulcini impiegano circa un mese per imparare a volare e lasciare il nido.

Non sembra essere un uccello molto abituato al contatto con gli esseri umani, nonostante il fatto che molti avicoltori lo abbiano tra gli uccelli del loro loft. Di solito gli piace stare con la propria specie piuttosto che condividere lo spazio con gli uccelli di altre razze.