Skip to content
Uccelli Esotici

Pappagalli

loros

All’interno del favoloso mondo degli uccelli ci sono centinaia di specie, ma non tutte si possono avere a casa. Tuttavia, uno dei pi√Ļ amati dagli amanti della cura degli uccelli √® il pappagallo, un perfetto animale da compagnia.

Tipi di pappagalli e pappagalli

Cos’√® un pappagallo?¬†

In precedenza tutti i tipi di pappagalli sono stati raggruppati in una sola famiglia, conosciuta come Psittacidae, ma a causa delle enormi variazioni che sono emerse nel corso degli anni e sottofamiglie, a poco a poco  il nome di Psittacoidea finito per lasciare per il pappagallo comuni . Questi sono sparsi nei diversi continenti, ognuno con una caratteristica che li rende unici.

Come regola generale, i¬† pappagalli misurano tra i 30 ei 40 centimetri , hanno un becco ricurvo con una mascella inferiore con una certa mobilit√† e una grande capacit√† cranica, che lo rende uno degli uccelli pi√Ļ intelligenti insieme ad agapornis.¬†Sono ottimi volantini e possono afferrare i rami degli alberi ¬†e arrampicarli con grande abilit√† grazie agli artigli delle loro gambe.

pappagalli

L’intensa colorazione della piuma √® un’altra caratteristica del pappagallo. Come regola generale,¬† il colore predominante √® di solito verde , ma in alcune specie hanno altre tonalit√† come il blu, il rosso o il giallo. ¬†La maggior parte delle specie √® monogama , cammina nelle cavit√† degli alberi o nei tunnel scavati.

Alcune specie possono imitare un gran numero di suoni, tra cui la voce umana, che ha guadagnato loro grande fama tra gli amanti degli uccelli.

L’aspettativa di vita di un pappagallo, quanto costa?

Rispetto ad altri uccelli che vivono in cattivit√†, la verit√† √® che i pappagalli¬† sono animali che si rivelano abbastanza longevi . Anche se l’aspettativa di vita dipende dalla specie di pappagallo che √®.

Ad esempio,  un pappagallo ara può raggiungere i 100 anni  se ha le cure necessarie, anche se la sua aspettativa di vita media è di solito di 80 anni. Se è un cacatua, di solito vive tra i 60 e i 20 anni, mentre i pappagalli e le Amazzoni grigi di solito vivono 50 anni. Nel caso dei conuros, la speranza è solitamente di circa 30 anni.

pappagalli

Anche se √® una lunga aspettativa di vita, il¬† 70% non raggiunge la massima aspettativa di vita , a causa dell’inquinamento ambientale delle citt√†, di una cattiva alimentazione o di incidenti che si verificano quando si muove in giro per casa, come mordere un cavo, colpire con il vetro di una finestra?

Il pappagallo come un animale domestico, è buono?

I pappagalli sono stati gli animali domestici degli umani per molti anni. Ma, alla grande domanda se un pappagallo è migliore di qualsiasi altro animale, la risposta sarebbe sì.

Naturalmente i pappagalli hanno il loro carattere e¬† talvolta possono essere molto aggressivi ¬†nel caso in cui lo vedano necessario. Inoltre, possono sviluppare preferenze verso alcuni tipi di persone, che possono portare a sviluppare un problema comportamentale che potrebbe indurli ad agire in un modo o nell’altro per attirare l’attenzione. Nel caso di avere un pappagallo per tutta la famiglia, devi stare molto attento a mostrare solo affetto con un solo membro.

pappagalli

Inoltre, tieni presente che un pappagallo  non è un animale progettato per i bambini piccoli , in quanto non hanno sufficienti conoscenze e abilità per prendersene cura. Il pappagallo dovrebbe essere sempre responsabile di una persona adulta che possa soddisfare i loro bisogni.

Femmina o maschio, come sapere?

Quando vuoi avere un pappagallo a casa, è normale voler sapere se è maschio o femmina, soprattutto se stai pensando di allevare pappagalli.

La cosa normale √® che le femmine sono un po ‘pi√Ļ aggressive dei pappagalli , quindi osservare il comportamento di questo sarebbe facile da distinguere. Ma se questo non √® abbastanza, puoi osservare la dimensione e il colore delle sue penne. Quando sono adulti,¬† i maschi sono pi√Ļ ¬†grandi della femmina, specialmente la testa, per quanto riguarda i colori, ha toni pi√Ļ vistosi e vistosi di quelli delle femmine.

pappagalli

Naturalmente il modo pi√Ļ semplice sarebbe attraverso il bacino del pappagallo, poich√© le femmine hanno le ossa del bacino pi√Ļ separate in modo che possano deporre le uova.

Scegli il posto giusto per la tua gabbia

Prima di pensare all’acquisto di un pappagallo, prima di tutto devi sapere se hai un posto indicato nella casa dove trovare la tua gabbia. Molti proprietari inesperti commettono un grave errore smontando la gabbia del loro pappagallo, motivo per cui vivono molto meno tempo.

La prima cosa da tenere a mente √® l’altezza. La gabbia dovrebbe essere posizionata pi√Ļ o meno alla stessa altezza degli occhi del proprietario. Perch√© motivo?¬†Nel caso in cui la gabbia sia troppo alta, l’uccello guarder√† in basso quando ricever√† il suo proprietario, il che ti far√† credere di avere il vantaggio in casa ¬†e non tollera di essere disturbato o punito? quando fa qualcosa che al suo proprietario non piace. D’altra parte, se √® sotto gli occhi, pu√≤ capire che √® lui a essere dominato e deve obbedire.

pappagalli

Per questo motivo, √® meglio che tu ti trovi in ‚Äč‚Äčun punto simile all’altezza degli occhi, in modo che tu ti senta come il tuo nuovo proprietario. Nel caso in cui il pappagallo sia molto aggressivo o dominante, puoi abbassare la gabbia in modo da capire che non hai il controllo. Tuttavia, devi stare attento se hai altri animali a casa, dato che √® un animale molto spaventoso, quindi la gabbia deve essere all’altezza necessaria che non pu√≤ raggiungere cani o gatti.

La gabbia deve anche¬† essere collocata in un luogo in cui riceve la luce solare giusta e necessaria . Non √® bene darlo direttamente, tranne un’ora al giorno al massimo, ma deve anche essere un luogo in cui non riceve forti correnti d’aria durante l’inverno e pu√≤ essere tranquillo, lontano dai rumori. Pertanto, posti come balconi o cucine sono totalmente vietati. La stanza pu√≤ essere un buon posto, soprattutto perch√© gli piace guardare la TV e imparare una parola guardando i programmi.

Inoltre, quando acquistano fiducia nella famiglia, i pappagalli considerano gli esseri umani della casa il loro “gregge”, e¬† devono trovarsi vicino a dove si svolge la grande maggioranza dell’attivit√† familiare.

Scegliere una gabbia, cosa c’√® da sapere?

Avendo già chiaro che hai un buon posto dove posizionare il tuo pappagallo, ora è il momento di comprare la gabbia, che è abbastanza importante per il pappagallo.

Nel caso in cui acquisterai un pappagallo di piccole dimensioni, una gabbia di 40x37x45 centimetri sarà sufficiente se sarai da solo e 60x42x50 centimetri nel caso in cui sarai in coppia. Per un pappagallo di dimensioni medie, sarà sufficiente con una gabbia di 70x60x80 centimetri e 100x80x120 centimetri se sarà accompagnata. Infine, per un grande pappagallo, la gabbia deve essere 90x80x100 centimetri se sarà da sola e 120x100x150 centimetri nel caso di scegliere due pappagalli.

pappagalli

Per quanto riguarda la sua forma,¬† √® meglio essere rettangolare . Molti credono che una gabbia circolare sia la cosa migliore per il pappagallo, ma la verit√† √® che a loro non piace questo tipo di gabbie, n√© quelle che hanno la forma di una “casita”. perch√© non puoi tenere bene le barre.¬†Le barre non devono avere pi√Ļ di 1? 2 centimetri di separazione tra loro , al fine di evitare che possano mettere la testa tra loro e sono bloccati.

E cosa deve avere il pappagallo nella sua gabbia? Sebbene molte gabbie siano già dotate di giocattoli, è meglio rimuoverle tutte e  installare alcuni rami di alberi freschi in modo che possano mordicchiarle o appiccicarle . Un paio di ganci, che sono fatti di legno, li aiutano a pulire le unghie, così come altri oggetti come un peluche con cui fissare le penne, un campanello, una corda? Di tanto in tanto i giocattoli dovranno essere cambiati in modo che il pappagallo non si annoi mai di essere sempre con lo stesso giocattolo.

Pulizia della gabbia, quali prodotti usare?

Almeno  un paio di volte alla settimana devi pulire il pavimento della gabbia  per rimuovere le feci ei detriti alimentari lasciati dal pappagallo e pulirlo tre volte al mese. Tuttavia, che tipo di prodotti devi usare?

pappagalli

  • Candeggina:¬† √® uno dei disinfettanti pi√Ļ comuni e il pi√Ļ efficace per eliminare tutti i tipi di virus, funghi e batteri. Ideale per pulire il pavimento della gabbia in cui cadono le feci. Tuttavia, si deve tenere conto del fatto che quando si mescola con l’acqua, il suo potere disinfettante viene ridotto fino a 200 volte, quindi √® meglio applicarlo direttamente, lasciare asciugare bene la gabbia per alcune ore mentre il pappagallo si muove attraverso il casa.
  • Fenoli:¬† non si possono usare molto, ma i disinfettanti a base di fenolo sono anche molto bravi a uccidere i batteri. Soprattutto sono buoni per pulire le pareti e il pavimento della gabbia.
  • Ammoniaca: un¬† altro ottimo prodotto per uccidere virus e batteri che potrebbero riprodursi. Una volta che hai pulito bene la gabbia √® quando devi applicarla e poi rimuoverla con un po ‘d’acqua e lasciare asciugare la gabbia a temperatura ambiente, per assicurarsi di aver eliminato tutti i batteri.
  • Formol:¬† uno dei migliori disinfettanti disponibili per pulire le gabbie dei pappagalli. Naturalmente, per applicarlo bisogna farlo in una stanza ben ventilata, con i pappagalli fuori dalla gabbia. Una volta che la gabbia √® pulita, lasciarla asciugare per due o tre ore.

Per eseguire una corretta disinfezione, è possibile seguire questi semplici passaggi:

  • Pulire e rimuovere tutta la sporcizia dalla gabbia, sciacquarla con acqua pulita e disinfettarla con il disinfettante scelto.
  • Applicare il disinfettante in tutta la gabbia, per tenerlo pulito da virus e batteri.
  • Il pappagallo deve essere fuori dalla stanza in cui avviene la pulizia.
  • La stanza in cui viene pulita deve essere ben ventilata e indossare guanti di gomma per evitare il pericolo.
  • Trascorsi circa 15 minuti dall’applicazione del disinfettante, sciacquare il tutto con acqua e lasciarlo asciugare a temperatura ambiente prima di restituire il pappagallo all’interno.

Fai un amico del pappagallo, cosa c’√® da fare?

Una volta che il pappagallo arriva a casa, √® normale sentirsi un po ‘intimiditi. √ą rinchiuso in una gabbia in un’area che non conosce e all’inizio pu√≤ sembrare molto pauroso, il che li rende aggressivi.

Quindi, cosa si può fare per stabilire collegamenti con il pappagallo?

  • Distogliere lo sguardo:¬† quando un uccello viene guardato direttamente, si sente minacciato. Quindi quando stai per fare il primo contatto, devi guardare lontano quando l’uccello sta guardando. Una volta che l’uccello fissa il suo proprietario, √® quando devi guardarlo direttamente.
  • Diventa una statua:¬† ci sono volte in cui il pappagallo √® immobile quando il suo proprietario lo guarda. In tal caso, devi anche essere una statua e rimanere immobile, pi√Ļ a lungo di questo.
  • Lampeggia:¬† i pappagalli non battono le palpebre quando hanno paura. Pertanto, il proprietario deve inviare una serie di messaggi per ottenere la loro fiducia. Se quando guardi il pappagallo hai paura, devi battere le palpebre. Se il pappagallo restituisce l’ammiccamento, mostra sicurezza.

Rimuovere il pappagallo dalla gabbia è pericoloso?

La verità è che ci sono molti proprietari che allevano i loro pappagalli liberamente intorno alla casa, quindi non è molto pericoloso. Tuttavia, quando ci vuole tempo nella sua gabbia, può esserci un pericolo.

Prima di portarlo fuori da questo devi avere molta confidenza con uno dei membri della famiglia.  Insieme al linguaggio del corpo, uno dei modi per ottenere la loro fiducia è nutrirli con le loro mani, come piccioncini e parrocchetti. Si può mordere in un primo momento, quindi è consigliabile dargli da mangiare con i guanti. Nel caso in cui si attacca, non è necessario rimuovere la mano, in quanto ciò ti farà sentire in controllo. Devi anche guardare molto, perché potresti imparare a lasciare la gabbia da solo.

Una volta che hai la tua fiducia, il pappagallo manger√† la tua mano e anche atterrer√† sul tuo braccio. Una volta ottenuto, pu√≤ essere tolto dalla gabbia o lasciare che sia la stessa persona che lascia. All’inizio, devi lasciarlo libero nella stanza in cui si trova la tua gabbia, con i finestrini chiusi, cos√¨ puoi allungare le ali e conoscere ci√≤ che ti circonda. Pi√Ļ tardi potrai lasciarlo esplorare il resto della casa.

Per poter tornare alla sua gabbia, può usare il suo cibo preferito come esca e quando ha fame tornerà a casa. Devi evitare di dare da mangiare fuori dalla gabbia , perché in questo caso potresti non voler tornare a questo.

Quali malattie può avere un pappagallo?

Come il resto degli animali domestici, il pappagallo non √® esente da qualsiasi malattia. √ą vero che se ti prendi cura di te, non devi soffrire, ma non devi mai abbassare la guardia. I pi√Ļ comuni sono:

pappagalli

  • Muta di piumaggio anormale: i¬† pappagalli perdono il loro piumaggio, ma non hanno una stagione specifica per farlo come gli altri uccelli. √ą normale che le piume cadano da sole per far spazio a quelle nuove, ma uno pu√≤ rendersi conto che sta strappando le piume da solo, lasciando parti del suo corpo nude o ferite. Nel caso di notare questo comportamento, √® necessario portarlo dal veterinario il prima possibile.
  • Muta francese di piumaggio:¬† la mesa prancesa √® una malattia prodotta da un agente patogeno chiamato Polyomavirus. Viene trasmessa dai genitori ai bambini attraverso il rigurgito del cibo e talvolta porta alla morte dell’animale. Il pappagallo perde le piume delle ali e della coda, ha edema sotto la pelle e distensione addominale.
  • Polmonite:¬† Nel caso in cui tu non aver individuato bene la gabbia del pappagallo, e che spesso ricevono forti correnti d’aria, finir√† per soffrire da una polmonite, che vi porter√† voi di avere alcuni occhi cisposi, naso che cola e respiro affannoso.
  • Parassiti: il fatto¬† che il pappagallo sia protetto dietro le sbarre non significa che sia esente dall’attacco dei parassiti, sia interni che esterni. Quelli esterni possono essere gli acari dell’ambiente o persino i pidocchi, che causeranno irrequietezza e nervosismo all’animale, con le piume che cadono e non smetteranno di graffiare. In questo caso, devono essere periodicamente sverminati. Nel caso in cui siano interni, dovresti parlare rapidamente con il veterinario per sapere quale trattamento seguire.
  • Colibacillosi:¬† √® una malattia causata dal batterio Escherichia Coli, che viene trasmesso per contatto diretto con un uccello infetto. √ą la principale causa di morte di questi uccelli. Tra i diversi sintomi, il pappagallo sar√† stanco, abbattuto, perder√† l’appetito e sar√† molto irrequieto. L’animale malato deve essere isolato e mantenere un’igiene esauriente della sua gabbia, cambiando ogni giorno la mangiatoia e il bevitore, aggiunto a una serie di antibiotici per combattere l’infezione.
  • Coccidiosi:¬† questa malattia √® causata da un’infestazione di parassiti interni noti come coccidi. Questi possono entrare nel corpo dell’animale domestico attraverso l’assunzione di acqua o cibo contaminato. Tra i diversi sintomi, il pappagallo soffrir√† di diarrea, che pu√≤ essere acquosa e accompagnata dal sangue, e si sentir√† abbattuto e stanco.
  • Salmonellosi:¬† √® causata dai batteri Salmonella Typhimutium, che entra nel corpo attraverso acqua o cibo contaminati. L’uccello avr√† un’infiammazione, una diarrea con un cattivo odore e ferite a molti dei suoi organi. Devi andare dal veterinario rapidamente per prescrivere il trattamento per la tua cura.

Nutrire il pappagallo, che cosa dovrebbe essere dato?

Come regola generale,¬† la dieta ideale di un pappagallo √® composta da verdure e frutta ¬†come componente principale¬† insieme a un po ‘di cibo secco .

I frutti devono essere somministrati in base al contenuto di saccarosio e glucosio. Quelli che sono ricchi di saccarosio, come¬† banana, pesca o melone , non devono mangiare pi√Ļ di due o tre volte alla settimana, specialmente la banana che √® anche molto ricca di glucosio, essendo molto pi√Ļ alta rispetto ad altri tipi di frutta. Devi anche stare molto attento con¬† mango, ciliegie e uva a ¬†causa del loro contenuto di glucosio. Quando gli dai il frutto, devi fare un piccolo assortimento, perch√© se viene dato da un pezzo all’altro, potresti finire con l’aborrire.

pappagalli

Le verdure sono una parte importante della dieta di questi animali. Le verdure verdi che puoi mangiare sono  spinaci, broccoli, bietole o scarole . Può essere dato a lui  lattuga , ma non frequentemente poiché può produrre la diarrea. Se scegli le radici, devi dare loro carote, aglio giovane o ravanelli. Altri alimenti che possono essere dati sono i fiori di  carciofo e cavolfiore, pomodoro o peperoncino .

Anche se la frutta e la verdura sono molto buone per l’uccello, deve anche mangiare cibo secco per realizzare una dieta ideale. In questo caso, dobbiamo optare per un mangime di qualit√†, in base alle dimensioni e alle specie del pappagallo.

Inoltre, somministrandolo in meno quantit√†, puoi dare anche altri alimenti come¬† pasta, legumi come ceci o lenticchie , una miscela di semi, cereali come¬† riso o farina d’avena, strisce di pollo o pesce bollito ¬†(non molto spesso),¬† pane integrale senza sale, patate bollite, uova sode o biscotti fatti in casa che non hanno grassi animali .

Come puoi vedere, un pappagallo mangia quasi tutto. Tuttavia,  ci sono una serie di alimenti che sono espressamente vietati per questi animali , come caramelle, perché sono ad alto contenuto di zucchero industriale, cibi salati, avocado (è mortale per pappagallo), il caffè, il prezzemolo, il latte (a meno che non fermentato), o la patata bollita e zucca. Tutti questi alimenti dovrebbero essere fuori dalla portata pappagallo quando fuori dalla gabbia.

Aiutandolo a crescere, come farlo?

I pappagalli in quanto tali vivono con l’essere umano da oltre 15.000 anni, essendo uno dei pi√Ļ vecchi animali da compagnia insieme a cani e gatti. Prendersi cura di loro pu√≤ essere facile, ma, e allevarli? In questo caso devi iniziare a riprodurli un po ‘di pi√Ļ.

pappagalli

In questi casi dobbiamo prestare maggiore attenzione, tenendo conto di una serie di fattori molto importanti. Per cominciare, al momento della riproduzione, la femmina e il maschio dovrebbero essere calmi e sentirsi al sicuro, quindi se hai una gabbia con abbastanza uccelli,  è meglio passare a un altro modulo in modo che nessuno li infastidisca . Inoltre, questi devono essere ben nutriti, ottenendo così le uova per ricevere i nutrienti necessari.

Il nido dovrebbe essere situato in una posizione elevata. Puoi comprarne uno in un negozio specializzato o dare ai pappagalli il materiale necessario per poterlo fare. Una volta che ce l’hanno, la femmina sar√† messa sul nido e¬† pu√≤ arrivare tra 3 e 6 uova . Dopo una media di 23 giorni, a volte 25, i pulcini nascono senza essere in grado di badare a se stessi. Quindi devi fornire ai genitori tutto ci√≤ di cui hanno bisogno per prendersi cura di loro.

pappagalli

Quando il pulcino ha un mese e mezzo di vita √® quando lascia il nido , e dopo due mesi cominciano ad essere pi√Ļ indipendenti. Completata questa et√† √® quando devi separare il pappagallo dai loro genitori per iniziare a badare a se stesso, quindi √® consigliabile avere un modulo nella gabbia per i giovani.

Insegnare al pappagallo come parlare, cosa dovrebbe essere detto?

Il motivo per cui molti finiscono per acquistare un pappagallo come animale domestico è perché amano ascoltarlo mentre parla. E non lo è per meno, dal momento che i pappagalli hanno una grande capacità di assimilare i suoni e poi ripeterli. Tuttavia,  non è affatto un compito semplice.

Per cominciare, devi sapere che i¬† maschi sono pi√Ļ chiacchieroni delle femmine , essendo la loro abilit√† canora e vocalizzante migliore. In modo che impari a parlare, deve avere uno stato di salute perfetto ed essere un giovane esemplare.

pappagalli

Pronto a insegnare al pappagallo a parlare? Per questo,¬† prima devi guadagnare la tua fiducia . Questo pu√≤ essere ottenuto dandogli un posto dove pu√≤ giocare e avere un sacco di attivit√† da fare, pur essendo in contatto con il suo proprietario. Ma devi essere paziente, dal momento che potrebbe richiedere un po ‘di tempo per entrare in contatto con il proprietario un po’. Se provi a tirarlo fuori dalla gabbia, cosa che ti aiuter√† a prendere confidenza con te, √® possibile che la prima volta provi a scappare, in questo caso non provare in nessun caso a catturare o urlare per tornare alla gabbia. √ą meglio lasciarlo ai propri dispositivi, chiudendo porte e finestre, in modo da poter esplorare l’ambiente circostante e, quando √® stanco, tornare alla gabbia.

Ottenendo la tua fiducia, √® ora di iniziare a insegnargli a parlare. Per questo,¬† il momento migliore del giorno √® la mattina o quando si sta facendo buio . Le prime parole da insegnare sono alcune che sono facili da mettere in relazione con un’azione, come? Quanto √® ricco? Quando gli dai un regalo, cosa dice? quando le accarezzi il collo o? Buongiorno? quando si alza Per questo devi¬† ripetere la parola insieme all’azione in modo che venga registrata ogni giorno , che pu√≤ richiedere una settimana come mese. Ad esempio, se vuoi che ti dica? Quanto √® ricco? Dopo aver mangiato, mentre gli dai il suo trattamento preferito, ripete? Quanto √® ricco? per circa 5? 10 minuti, e cos√¨ ogni giorno fino a quando lo ripeto.

Nel caso in cui il pappagallo abbia molte possibilit√† di apprendimento, pu√≤ essere insegnato alcune parole pi√Ļ complicate, come il nome delle loro leccornie preferite o il nome di uno dei membri della famiglia. Inoltre, ti pu√≤ essere insegnato ad obbedire a un ordine, come? in modo che possa posare nella sua mano o dormire? quando √® ora di andare a letto in modo che ritorni da solo alla sua gabbia.

Non sembra così difficile, giusto? Tuttavia,  ci sono molti pappagalli che non imparano mai a parlare , anche se sono in grado di imitare alcuni suoni che sentono attraverso la TV, così come il campanello o il telefono, persino il fischio di un forno a microonde o il canto di altri uccelli. In questi casi puoi insegnare loro una melodia.

La cosa pi√Ļ importante da imparare per il pappagallo √® la perseveranza e non arrendersi il primo giorno. Devi lavorare un po ‘con lui ogni giorno, dandogli anche il tempo di riposarti tra le lezioni in modo da non sentirti stressato.