Skip to content
Uccelli Esotici

Gufo di campagna

Hai l’impetuoso bisogno di imparare qualcosa di più sui gufi? Forse ti interesserebbe saperne di più su una delle specie più curiose di questa famiglia: il gufo di campagna. Sicuramente sarai stupito.

Dove vivi?

Il gufo di campagna, noto in alcune zone come gufo di campagna, nuco o gufo pajonal, è conosciuto con il nome scientifico di asio flammeus . È uno dei rapaci notturni con la maggior parte delle attività durante il giorno.

Abita tutti i continenti del pianeta , ad eccezione dell’Antartide e dell’Australia. Vivono in aree aperte, aree erbacee che non sono state lavorate, paludi, colture, lande e paludi costiere. Generalmente, chi vive in una zona o in un altro dipenderà dalle dighe.

Potresti riconoscerlo quando lo vedi?

Misura tra 33? 40 cm di lunghezza, con la femmina un po ‘più grande del maschio, una piccola identificazione che permette di rilevare il dimorfismo sessuale nella specie. Per quanto riguarda la sua morfologia, è un po ‘più stilizzata di altri rapaci notturni.

È caratterizzato perché ha una testa piccola, sormontata da piccoli pennacchi cefalici che abbattono la silhouette dell’uccello e ne riflettono la vigilanza. L’espressione della sua specie è molto caratteristica, evidenziando gli occhi gialli, incorniciati da punti neri che gli conferiscono un aspetto leggermente mascherato. Nel colore delle sue piume predominano le tonalità marrone e giallo nelle regioni dorsale e inferiore .

Di aspetto è qualcosa di simile al gufo piccolo, ma la cosa certa è che questa specie ha ciuffi nella parte superiore, anche se sono piccoli e sono nascosti, di cui il ragazzo manca. Inoltre, l’anello per gli occhi ha una striscia nera che segna ciascuno dei suoi occhi giallastri. Sulla gru, è più magra di Piedras.

Sono state riconosciute 10 sottospecie in totale:

  • Asio flammeus bogotensis 
  • Asio flammeus domingensis 
  • Asio flammeus flammeus 
  • Asio flammeus galapagoensis 
  • Asio flammeus pallidicaudus 
  • Asio flammeus ponapensis 
  • Asio flammeus portoricensis
  • Asio flammeus sandwichensis 
  • Asio flammeus sanfordi 
  • Asio flammeus suinda 

La differenza tra ciascuna sottospecie si trova in un cambiamento nel modello di colore e una differenza minima in termini di dimensioni. Nel caso di Asio flammeus sandwichensis, questo è considerato un uccello molto importante nella mitologia delle Hawaii.

Com’è la tua vita in libertà?

Il motivo per cui è conosciuto come un gufo di campagna è perché nidifica e vive la maggior parte della sua vita sul terreno . Al momento del montaggio del suo nido, che è un’area appiattita senza rivestimento, lo fa nelle praterie e nelle paludi. Puoi mettere da 4 a 8 uova in ciascuna frizione. In alcune regioni puoi fare fino a due frizioni all’anno . È stato rilevato che negli anni in cui ci sono molti roditori, possono deporre fino a 14 uova.

Per circa 37 giorni, la femmina è quella che incuba le uova, ogni cucciolo nato con un giorno o due di differenza. I tuoi piccoli non possono lasciare il nido fino a quando non hanno raggiunto le quattro settimane, anche se non sono in grado di volare fino a cinque settimane. Il maschio osserva vicino al nido e porta cibo alla famiglia. Per ingannare i predatori, il gufo del paese simula una lesione alare e poi lo allontana dal nido.

Questa specie non raggiunge la maturità sessuale fino a quando non ha raggiunto l’anno di vita . Nella zona settentrionale, la riproduzione avviene tra marzo e giugno, ritardando così tanto all’inizio di aprile.

È un uccello molto di giorno rispetto al resto dei gufi, ma soprattutto la caccia di notte . La sua tecnica consiste in un volo lento e molto basso, che cade sulla preda in modo silenzioso. A volte può guardare la preda da un oste per aspettare il momento perfetto per attaccarlo. Si nutre principalmente di roditori, ma se questi sono scarsi, può consumare altri piccoli mammiferi come conigli, rettili e alcuni grandi insetti. Potrebbe persino nutrirsi di piccoli uccelli.

È una specie in grado di adattarsi facilmente ai nuovi ambienti, ma ha certi limiti che non reggono. A causa dei cambiamenti che la sua popolazione ha sofferto a causa della distruzione del suo habitat, questo è stato ridotto del 3,5% nell’ultimo decennio. In molte zone dove ci sono forti abita questo gli sforzi di conservazione di uccelli, cercando di convincere la gente a non stabilirsi in prossimità dei luoghi in cui vivono in modo che questi gufi non sono costretti a muoversi in un nuovo territorio.