Skip to content
Uccelli Esotici

Gufi

Gufi

Gufi possono essere eccellenti e misteriosi uccelli. In molti paesi occorre la saggezza, mentre per altri è stato un lungo simbolo di buon auspicio patrono. Ma al giorno d’oggi sono uccelli molto apprezzati.

Tipi di gufi

Puoi davvero avere un gufo com animale domestico?

In questo aspetto devi stare molto attento. Molte specie di gufo  sono protette dalle leggi sulla protezione degli animali  e non sono adatte per vivere in cattività. Senza contare che il 70% delle specie di gufi sono nei negozi sono stati catturati per la vendita.

Ci sono alcune specie, come il Nordamericano Tawny Owl, che se viene allevato fin dalla nascita per andare in cattività, è possibile che si adatti alla tua casa. Ma nel caso di altre specie come il gufo delle nevi o il gufo reale non c’è possibilità di adattamento alla vita in cattività.

 

Inoltre, i gufi  sono uccelli notturni , e di notte non è sempre piacevole sentire i suoni che possono emettere. D’altra parte, c’è la vostra dieta, che è abbastanza specifica, che può essere un problema per il vostro caregiver.

Naturalmente, ci sono molti casi di persone che sono riuscite a domare un gufo senza problemi e confessare che non hanno mai avuto un animale domestico migliore. Ma, bisogna ricordare che questo dipenderà sempre dalla specie.

Sono uguali ai gufi?

Gufi e gufi  non sono la stessa cosa . È vero che entrambe le specie sono rapaci e uccelli notturni, così come appartenenti alla stessa famiglia, gli Strigiformi. Tuttavia, il gufo appartiene alla famiglia degli strigidi, mentre il gufo appartiene alla famiglia Tutyonidae.

Gufi

 

Hanno anche alcune differenze fisiche notevoli, come la forma della testa . I gufi hanno una testa larga e rotonda, mentre il gufo di solito ha una forma a cuore e un punto . Gli occhi del gufo sono più grandi e più vicini, e hanno piume di piume sulla testa e gambe più piccole dei gufi.

E come vivono nella libertà?

Ci sono molte specie di gufi sparsi in tutto il mondo, ma tutti condividono le stesse caratteristiche:  sono uccelli da comportamento notturni, rapaci che abitano abitualmente in cavità di alberi.  Alcuni, come il gufo delle tane, vivono in una tana, come se fosse un coniglio.

Gufi

 

Sono buoni cacciatori come l’aquila, quindi non è strano che alcuni possano partecipare a concorsi di caccia. Sono caratterizzati per essere uccelli prudenti, pazienti e usati. Possono aspettare per ore finché non vedono l’opportunità di andare a cacciare la loro preda e cacciarla, poi strapparla con i loro artigli e terminare le loro vite con il loro forte becco.

Sai il sesso di un gufo?

In alcune specie può essere facile riconoscere il sesso di un gufo, in quanto presenta dimorfismo sessuale. Questo di solito è che la femmina è un po ‘più grande del maschio o che i loro colori sono un po’ più smorzati o che mancano di un segno distintivo del maschio.

Gufi

 

Tuttavia, la maggior parte delle specie di gufi non mostrano dimorfismo sessuale, quindi l’unico modo per determinare il loro sesso è attraverso un test del DNA o palpando i loro genitali. Quest’ultimo può essere fatto solo da esperti, dal momento che non è facile identificare il maschio e la femmina con questo metodo.

Qual è l’aspettativa di vita di un gufo?

L’aspettativa di vita di un gufo dipende dalla specie a cui appartengono. Ci sono alcune specie di gufi che non vivono più di 10 anni, come può essere il caso del gufo delle nevi.

Gufi

 

Ma ci sono esemplari che  possono vivere fino a 50 anni di vita in cattività , come nel caso del gufo reale, che di solito è permesso solo di essere tenuto in cattività nel caso di perpetuare la specie o nei giardini zoologici.

Cosa dovresti avere per prendersi cura di un gufo?

Il grande problema con i gufi è che essendo un uccello che in molti paesi è proibito averlo in cattività, ci sono poche informazioni.

La gabbia deve sempre  essere all’esterno, situata in un luogo privo di correnti d’aria e in cui il gufo ha abbastanza luce solare, ma non lo dà mai direttamente, in modo da non disturbare le ore di sonno. D’altra parte, deve essere pieno di rami naturali e una cavità all’interno di un tronco dove puoi rifugiarti quando vuoi dormire. Sarebbe bene se la base avesse una base di tela, in modo che non strappi la superficie su cui è posizionata la gabbia quando si cammina.

Per quanto riguarda le dimensioni, deve essere molto grande, alto  più di 3 metri e largo 2 , in modo che l’animale possa muoversi liberamente all’interno di esso. Non devi avere giocattoli o grucce se hai dei rami naturali. Inoltre, non sostengono il loro peso, poiché la maggior parte dei gufi supera il chilo.

Il tuo bevitore deve essere facilmente accessibile, in modo da non avere problemi quando si beve acqua. E se la gabbia è abbastanza grande, puoi mettere una grande ciotola o fontana con l’acqua per fare il bagno.

Molte persone possono avere i gufi che vivono nei loro giardini e interagire con loro, dando loro cibo. La verità è che è il modo migliore di vivere con questi animali, dal momento che non è una specie usata per vivere in cattività.

È vero che sono violenti con gli esseri umani?

Ci sono stati molti casi di gufi che hanno attaccato gli umani. Molte delle specie sono molto pericolose , poiché i loro artigli sono molto affilati e possono strappare la carne senza problemi.

Gufi

 

Ma, nella maggior parte dei casi, questi attacchi sono dovuti al fatto che gli esseri umani sono entrati nel loro territorio. I gufi sono animali molto protettivi con il loro territorio e non accettano nessuno che si avvicina, compresi gli umani. Se hai intenzione di andare a vedere un gufo in libertà, prima di entrare nel suo territorio è meglio sapere se c’è stato un attacco.

Cosa mangiano i gufi?

Al igual que las águilas, los búhos son aves rapaces que atacan a su presa y la devoran mientras están vivos. Tienen un fuerte impulso de buscar su presa, porque le da satisfacción la matanza de esta. Además, son aves con la mejor visión del mundo, por lo que no les resulta difícil encontrar presas.

Su dieta se compone especialmente de animales de pequeño tamaño, como los ratones. En algunas ciudades se introdujeron búhos para que se hicieran cargo de las plagas de ratones. Pero también se alimentan de animales invertebrados como las arañas, insectos, caracoles, cangrejos y gusanos de tierra. Algunos ejemplares comen peces, reptiles, anfibios y, en contadas ocasiones, otros tipos de aves. De hecho, algunos búhos de gran tamaño pueden atacar y alimentarse de otras especies de búhos.

Gufi

 

Los conejos son otra parte importante de la alimentación de los búhos, y algunos otros mamíferos también suelen acabar sucumbiendo a sus garras, como las ardillas. En el caso de que el búho vea que su presa ya ha sido atacada o que está herida, la ignorará, porque prefieren cazar una que esté en perfecto estado.

Alcune specie di gufi possono mangiare per 12 ore consecutive e poi spenderne altre 12 senza mangiare nulla. A causa di questa alimentazione speciale, pochi sono quelli che cercano di averli in cattività, dal momento che non gli piace vedere come un animale ne divora un altro vivo.

Se ottengo un gufo come animale domestico, posso averlo su un pavimento?

Un gufo non è come un agaporni o un canarino. Hai bisogno dell’aria fresca che avrai solo all’esterno, quindi non puoi averla su un pavimento.  Né può essere posizionato su un balcone o vicino a una finestra.

Gufi

 

Nel caso di pensare di avere un gufo come animale domestico, devi avere un grande giardino in cui puoi mettere una grande gabbia in modo da avere libertà di movimento. Se ti prendi cura di lui da piccolo, è possibile che fino a quando tu non possa averlo in libertà e non ti devi preoccupare di montargli una gabbia.

Quali malattie può avere un gufo?

Dal momento che è un rapace, condivide molte malattie con altre specie, come le aquile. I più comuni in questo tipo di uccello sono:

Gufi

 

  • Corsa:  l’animale subirà tremori e contrazioni muscolari. Di solito sono tipici degli uccelli catturati in natura.
  • Aspergillosi:  la ben nota malattia di Asper è causata da un’infezione fungina e può essere letale. Nel caso di trattamento rapido, non è necessario preoccuparsi della salute dell’uccello perché si riprenderà.
  • Blocco:  Sebbene non sia una malattia, può essere confuso con uno. Fondamentalmente è un blocco nella tua gola quando cerchi di inghiottire un pezzo più grande di quello che possono attraversare una cavità così stretta.
  • Unghie:  questa malattia si verifica nella parte inferiore delle gambe, a causa dei batteri. Generalmente causato da non avere ganci adeguati nella loro gabbia o perché la loro gabbia non è pulita.
  • Capillaria:  riceve anche il nome di nematodi ed è causato da vermi chiamati amulata capillaria che sono incorporati nel rivestimento dell’esofago, nel raccolto o nell’intestino tenue.
  • Chlamydia:  è molto comune nei pappagalli, motivo per cui si chiama pappagallo. Ma può anche influenzare i rapaci. È causato da un batterio chiamato osittaci chlamydophilia. I tuoi occhi, le tue membrane nasali si gonfieranno e sarà difficile per te respirare.
  • Coccidiosi:  una malattia del sistema digestivo causata da un parassita chiamato protozoo. In molti casi richiede un’operazione per poter estrarre il parassita.
  • Crampi:  nel caso in cui il cibo surgelato venga dato all’uccello, come il coniglio o la carne di pollo, è normale che finisca per soffrire di crampi. La cosa migliore è dare cibo fresco o animali vivi per evitare che soffrano.
  • Depressione:  Poiché i gufi sono animali che sono abituati a vivere in libertà, se sei passato da un mondo aperto a una gabbia, non è strano che ti senti depresso. È anche possibile che soffra di depressione se è un animale molto affettuoso e viene ignorato.
  • Disidratazione:  la gabbia deve sempre essere collocata in un luogo dove c’è una buona quantità di ombra e non è troppo calda, altrimenti l’animale potrebbe disidratarsi. Per evitarlo devi sempre avere acqua fresca al tuo fianco.
  • Escherichia coli:  se la gabbia del gufo non viene pulita correttamente, può essere contaminata da materiale fecale. Cambierà l’umore dell’uccello e sembrerà che sia più abbattuto.
  • Trematodi:  sono parassiti piatti che entrano nel sistema digerente del tuo uccello. Non è molto difficile da eliminare.
  • Muto francese:  tutti gli uccelli si liberano delle piume almeno una volta all’anno. Ma nel caso in cui noti che stai strappando penne o che le stai spostando prima del tempo, dovrai portarle dal veterinario per dare un’occhiata.
  • Triconosi aviaria:  è meglio conosciuta come Frounce, un’infezione fungina del tratto digestivo molto contagiosa. Può essere trattato, ma in alcuni casi è necessario sacrificare l’uccello per impedire ad altri di catturarlo.
  • Gapeworms:  vermi che aderiscono al muro interno della trachea e che fa soffocare l’animale. In alcuni casi può essere trattato se viene rilevato rapidamente, ma di norma è mortale.
  • Gotta:  è causata da problemi ai reni. Di solito è a causa di una mancanza di nutrizione o che l’uccello non è ben idratato.
  • Haemorproteus:  un’infezione del sangue da mosche piatte. Di solito è un’infezione che colpisce i piccioni, ma può anche verificarsi nei rapaci.
  • Herpes:  Sì, gli uccelli possono anche soffrire di herpes. Può essere mortale se non trattato velocemente da una persona esperta.
  • Impatto:  è abbastanza raro che questa malattia si verifichi negli uccelli, ma non impossibile. È provocato dal fatto che l’uccello mangia molti materiali del suolo e questo fa ingerire legno o terra. Sarà sufficiente dargli abbastanza acqua per poterli digerire bene.
  • Avvelenamento: il  piombo è mortale per gli uccelli e si trova in molti cibi. Ecco perché non dovresti mai dare cibo come il cioccolato.
  • Nit:  È uno dei più grandi nemici degli uccelli. Di solito è messo tra le piume dell’uccello e inizia a beccare. Prima di questo, devi spruzzare l’uccello e passare un asciugamano per finirli.
  • Malaria:  è trasmessa attraverso le zanzare. Uno dei sintomi è che la diarrea è di colore verde chiaro.
  • MBD:  Le malattie metaboliche ossee possono essere molto gravi per gli uccelli, ma fortunatamente sono facili da prevenire se l’animale viene alimentato correttamente.
  • Malattia di Newcastle:  una malattia molto contagiosa che, di norma, è l’unica soluzione che ha il sacrificio dell’uccello o potrebbe infettare gli altri. Anche le persone.
  • Pox:  l’influenza del vaiolo può essere causata da un altro uccello infettato o che le condizioni igieniche della gabbia non sono adeguate.
  • Racchette: di  solito si verifica in esemplari più giovani, che si stanno ancora formando. Affinché la massa ossea si sviluppi correttamente, devi somministrare loro vitamina D, calcio e fosforo.
  • Ascaris:  Sono vermi rotondi che si stanno intromettendo nel tuo sistema digestivo. Come regola generale, l’uccello perderà peso, avrà diarrea e non avrà molto appetito. Potrebbe richiedere un intervento chirurgico.
  • Tenie:  è una infestazione parassitaria del sistema digestivo. Avrai dello sporco, dimagrisci e soffri di malessere generale. Puoi vedere alcuni parassiti nei loro escrementi. Devi dargli le medicine che dice il veterinario.
  • Torcicollo come regola generale, il torcicollo è un sintomo piuttosto che una malattia. Ma è anche possibile che l’uccello soffra e non può posizionare la testa in linea retta.

Come si riproducono i gufi?

Anche se i gufi sono animali isolati e a  loro piace vivere la vita da soli , quando è il momento dell’accoppiamento si uniscono alle femmine per creare una prole. Anche se ci sono alcune specie di gufi che sono accoppiati con una femmina per la vita, ma ci sono pochissimi casi.

Come regola generale, i gufi approfittano dei nidi di altri uccelli, individuando in cavità di alberi, fessure o nidi che sono stati collocati dagli umani. Una volta che l’accoppiamento è avvenuto, la femmina deporrà da  tre a sette uova , con una differenza di giorno tra ciascuna, e le incuberà per un mese circa. In alcuni casi,  potrebbero essere in incubazione fino a 50 giorni.

Gufi

 

Quando i pulcini sono nati, è il maschio che si dedica a prendere del cibo da portare alla sua famiglia e la femmina li nutre. I pulcini non hanno piume finché non raggiungono il mese di vita e rimangono con la madre fino a quando raggiungono due o tre mesi, quando iniziano a vivere le loro vite.

Anche se per gran parte della sua vita il gufo può sembrare un uccello molto solo, la verità è che non c’è più un uccello protettivo con i loro piccoli. La maggior parte degli attacchi agli umani si sono verificati perché sono entrati nel loro territorio e hanno sentito che i loro pulcini erano in pericolo.

Devo sapere qualcosa prima di avere un gufo?

Se è l’uccello che hai pensato come un animale domestico, prima di tutto dovrai sapere alcune cose a riguardo, iniziando con:

 

  • La cura dei gufi è molto specifica, quindi non può essere fatta da una persona inesperta. Non è un animale che puoi avere esperienza.
  • Non si adattano bene ai cambiamenti, quindi non gli piacerà che tu muova la loro gabbia o la lasci con un’altra persona quando vai in vacanza. Se vai da qualche parte per un lungo periodo di tempo, dovrai portarlo con te.
  • Hai bisogno di esercizi di volo giornalieri, quindi devi avere abbastanza spazio nella tua gabbia per questo. Altrimenti, sarà necessario tirarlo fuori dalla gabbia in modo che possa volare, ma prima devi addestrarlo.
  • Dal momento che si nutre di animali, è necessario avere un posto nella casa dove possono essere tenuti interi. Inoltre, ai gufi non piacciono i visceri, quindi devi rimuoverli prima di darli.
  • Potresti avere la fortuna di avere un gufo che è molto affettuoso, ma di regola è un uccello di natura aggressiva.
  • Nella stagione degli amori, fanno continue chiamate notturne che possono essere molto fastidiose e colpiscono le persone che abitano in casa e nei dintorni.
  • È vissuto in una zona in cui era rapaci, potresti prenderli di mira, quindi tienilo in mente quando cerchi di ospitarne uno.