Skip to content
Uccelli Esotici

Il colibrì di Abeillé

Hai difficoltà a dire quale sarebbe la tua specie preferita di colibrì? La verità è che è una decisione molto difficile, dal momento che ci sono così tanti che la scelta di uno solo può essere complicata. Ma solo sapere qualcosa di più del colibrì di abeillé ti aiuta a prendere una decisione.

Questa specie è così ben conosciuta?

Il colibrì Abeillé, o abeillia abeillei , è un uccello che fa parte della famiglia Trochilidaeed è l’unico membro del suo genere. Abita soprattutto nelle foreste tropicali e subtropicali, umide, nelle aree montuose e boscose.

È originario del Belize, El Salvador, Guatemala, Honduras, Messico e Nicaragua , dove è abbastanza diffuso ed è ben noto ai locali perché è facile distinguerlo dagli altri membri della famiglia.

E come sta?

È un piccolo uccello che raggiunge solo 8 -9 cm nell’età adulta. Sebbene  la femmina sia un po ‘più piccola del maschio , è quasi identica all’occhio, quindi non presenta un dimorfismo sessuale visibile che consente di distinguerli a occhio nudo.

È caratterizzato dai toni metallici delle sue piume. Dalla gola alla sua parte inferiore, il colore delle piume ha un tono color crema , mentre la parte superiore della testa e le ali sono di colore verde metallico. La schiena e le piume della coda hanno un colore metallico di colore viola.

Quando vola, è molto bello vedere lo sbattere delle sue ali mescolato ai toni luminosi delle sue piume, che sembrano brillare con il movimento delle sue ali.

Sono conosciute due sottospecie: quella nominale chiamata abeillia abeillei abeillei e abeillia abeillei aurea. Non c’è molta differenza tra i due, ma sembra che l’aurea abbia un colore più scuro e che sia un po ‘più piccola di quella nominale.

Abbastanza diffuso in tutta l’America Centrale

La verità è che è un uccello abbastanza diffuso in America centrale e non costa molto trovarlo nel suo habitat naturale . Né è raro vedere nei giardini dei parchi o delle case, a chi va in cerca di cibo.

La sua dieta consiste principalmente di nettare, che estrae dai fiori. Sa perfettamente quale tipo di fiori sono pronti a prendere il nettare da loro, scartando a colpo d’occhio quelli che non lo sono ancora. Nel caso in cui un altro colibrì si avvicini alla sua area alimentare, potrebbe esserci un confronto. Tuttavia, poiché non è un uccello così violento, è possibile che non tenti di ingaggiare una battaglia, specialmente se il colibrì è più grande. Nel caso di un insetto, come una vespa o un’ape, potrebbe divorarlo per far capire agli altri che questa zona del cibo è loro.

Tra febbraio e marzo è quando di solito danno la loro stagione degli amori. I colibrì possono accoppiarsi con più di tre femmine durante questo periodo. Le femmine saranno responsabili dell’incubazione delle uova, l’alimentazione dei pulcini e la loro protezione finché non saranno abbastanza grandi da lasciare il nido. Un processo che può durare circa un mese. Dopo questo, i giovani esemplari prendono il volo per trovare la propria fonte di cibo.