Skip to content
Uccelli Esotici

Colibrì marmorizzato

Non ne hai mai abbastanza dei colibrì? Certo che no! Una specie così bella e attraente ha sempre qualcosa di nuovo da insegnarti. Come per esempio il colibrì marmorizzato, che sicuramente lo amerai.

Unico membro della tua famiglia

All’interno della famiglia dei trochilidi, l’ adelomyia melanogenys , o variegato colibrì come è comunemente noto, è il membro dell’adelomyia dell’ordine. Vive prevalentemente in Argentina, Bolivia, Colombia, Ecuador, Perù e Venezuela.

Si trova nelle foreste di montagna, a un’altitudine compresa tra 1.000 e 2.500 metri sul livello del mare. Molto raramente va nelle aree residenziali, ma può essere visto vicino a giardini pubblici o case dove è possibile estrarre cibo.

Bello come pochi

All’interno della famiglia dei colibrì è uno degli esemplari più piccoli, poiché misura solo 8 cm e può pesare 3 grammi . Non presenta dimorfismo sessuale, anche se sembra che la femmina sia un po ‘più piccola del maschio.

Il colore delle sue penne è molto bello da vedere, con la parte superiore di un tono verde brillante che fonde il bronzo. D’altra parte, la parte inferiore è pallida, con macchie verdi e bronzo . Sulla guancia ha una macchia nera sotto l’occhio, con una striscia bianca. Questo punto non appare nei giovani fino a quando non hanno fatto il cambio di penna.

Sono state riconosciute 8 sottospecie in totale:

  • Adelomyia melanogenys aeneosticta 
  • Adelomyia melanogenys cervina 
  • Adelomyia melanogenys chlorospila 
  • Adelomyia melanogenys connectens 
  • Adelomyia melanogenys debellardiana 
  • Adelomyia melanogenys inornata 
  • Adelomyia melanogenys maculata 
  • Adelomyia melanogenys melanogenys 

La differenza tra queste sottospecie non è abbastanza notevole. Variano principalmente nella quantità di macchie che hanno sulle penne del loro corpo. Anche se alcuni possono mancare la penna nera che ha appena nella zona degli occhi.

Un uccello sorprendente

Seguendo la stessa usanza degli altri membri della sua famiglia, è un uccello che riceve il cibo da arbusti e liane fiorite, come lobelia, fucsia, psammisia o bomarea. Può anche nutrirsi di piccoli insetti che raccoglie sulla superficie delle foglie o che cattura nell’aria quando si sposta da un luogo all’altro in cerca di cibo.

E sembra che non ha un tempo specifico per la riproduzione, anche se il range è compreso tra gennaio e maggio . Il nido performing forma di coppa, formato riempiendo fibre muschio e ragnatela e vegetali. Di solito lo costruiscono su tronchi coperti di muschio. La femmina depone due uova, che incubate per 18 giorni e poi procede a prendersi cura dei pulcini 24 giorni fino a raggiungere l’età per lasciare il nido.

Non è un uccello violento come altri esemplari di colibrì, ma ama tenere lontani gli estranei dalle loro aree di cibo. A lui non piacciono i combattimenti, ma se è necessario affrontare un altro esemplare per tenere al sicuro il nettare dei fiori, lo attaccherà senza alcun dubbio per non perdere il suo territorio . Per quanto riguarda la prole, quella che si occupa di tenerli al sicuro è la femmina. Il maschio si accoppia solo con lei e poi se ne va, per continuare con la sua vita.