Skip to content
Uccelli Esotici

Colibrì con cappuccio blu colibrì

Si dice spesso che non è mai troppo tardi per imparare qualcosa di nuovo. Non pensi sia vero? Perché non imparare qualcosa di nuovo e scoprire così una delle migliori specie di colibrì esistenti? Come per esempio il diamante cappuccio rosso.

E ‘un colibrì?

È una delle poche specie di colibrì che riceve due nomi scientifici: amazilia versicolor o agyrtria versicolor. I nomi comuni sono conosciuti come diamanti cappuccio rosso, ma possono anche essere chiamati Rondonia amazilia o smeraldo iridescente .

È una specie di colibrì che vive principalmente nelle parti orientali e centrali del Sud America. Soprattutto gli piace vivere in aree semi-aperte, con alcuni alberi, anche nelle aree urbane. Evita di vivere in foreste primarie umide, ma in alcune aree puoi vedere in quest’area. È una delle specie di colibrì che hanno beneficiato maggiormente della deforestazione.

Come sta?

È un piccolo uccello che misura circa 8 cm e pesa circa 4 grammi in media . Non presenta un dimorfismo sessuale notevole, sebbene la femmina sia generalmente un po ‘più piccola del maschio.

Il becco di questo uccello è lungo e leggermente ricurvo, di un tono nerastro con carne o colore arancione alla base della mascella inferiore. La coda è di un tono verde ramato, con una banda subterminale oscura. D’altra parte, la sua schiena e i fianchi di un colore verde ramato, con le parti centrali inferiori e la crosta bianca . La sua gola, i lati del viso e la corona hanno una colorazione variabile secondo la sottospecie. Può essere verdastro al blu turchese con bordi bianchi.

Nel caso delle femmine, ciò che varia un po ‘è il colore della gola, che può essere toni verdastri a un tono bluastro o bianco. Soprattutto in quelli che vivono nel continente.

La sottospecie con cui le specie contano sono:

  • Agriptria versicolor nitidifrons
  • Agriptria versicolor kubtcheki
  • Agyrtria versicolor rondoniae
  • Agriptria versicolor hollandi
  • Agyrtria versicolor millerii

Questo uccello è così famoso?

La verità è che è una delle specie di uccelli più conosciute al mondo e che ha molta storia con la cultura di molti paesi . Infatti, nei primi disegni che sono stati fatti nell’antichità, questo uccello è rappresentato come una divinità che ha fornito la pioggia e il fuoco in modo che gli esseri umani possano sopravvivere.

Non è un uccello che socializza molto, ma più degli altri di altre specie di colibrì che sono meno tolleranti. Sono piuttosto curiosi, quindi non è insolito per loro andare in zone dove ci sono persone. In effetti , la sua fama ha portato molte persone a mettere alimentatori speciali per i membri di questa specie.

Il loro cibo, principalmente, è costituito da nettare di piante che hanno intorno al loro habitat. Inoltre, essi svolgono un ruolo molto importante nell’impollinazione, poiché senza lo sforzo di questi uccelli, molti tipi di piante non potrebbero sopravvivere. Grazie alla loro lunga lingua possono leccare il nettare e ottenere lo zucchero. Quindi cerca anche piccoli insetti, che consuma al volo, da quelli che ottengono le proteine ​​di cui hanno bisogno per sopravvivere.

Al momento della riproduzione, sono i maschi che iniziano l’accoppiamento, ma tutto dipende dalla femmina, che è quella che decide con quale maschio è. I maschi sfoggiano i loro colori, si immergono a grande velocità e fanno diversi suoni per attirare la loro attenzione. Questo è uno dei pochi momenti in cui i maschi interagiscono con le femmine . Nel caso in cui un altro maschio possa provare a conquistare le femmine, può diventare molto aggressivo e inseguirsi l’un l’altro per ottenere le migliori femmine della zona.

Le femmine sono quelle che costruiscono i nidi, che devono essere completati in pochi giorni dopo l’accoppiamento in modo che possa deporre le due uova. Ci vorranno circa 12 giorni per schiudersi , a meno che la temperatura non sia elevata, nel qual caso ci vorrà meno per nascere. I pulcini rimangono con la madre per 4 settimane, fino a quando non raggiungono la sicurezza per iniziare a prendersi cura di se stessi.