Skip to content
Uccelli Esotici

Cardellino

Cardellino

Qual è uno degli uccelli più desiderati dagli amanti del pollame? Indubbiamente il cardellino, uno degli animali così bello sia per i colori del loro piumaggio che per l’armonia della loro canzone.

Cos’è un cardellino?

Conosciuto con il nome scientifico di Carduelis carduelis e il nome comune di Cardelina, è un uccello appartenente alla famiglia dei fringlílidos. Il più comune è vederlo nel Paleartico occidentale, sia in Europa che nella parte settentrionale dell’Africa e in alcune parti dell’Asia  vicino all’Occidente.

In Spagna nel 2003 sono stati registrati quasi 2,8 milioni di copie, essendo una delle più grandi colonie del mondo. Sono molto simili ai canarini, ma con un tocco un po ‘più selvaggio che lo rende un po’ diverso.

Le comunità di jilgueros  si trovano principalmente nelle foreste, nelle campagne, nelle aree agricole, nei parchi e nei giardini , così come in qualsiasi area erbacea, specialmente se i cardi esistono nella zona, il cibo preferito di questa specie. Ha una grande predilezione per gli ambienti caldi.

Come è un cardellino?

Il cardellino è un piccolo uccello che misura tra 12 e  13,5 centimetri . Al massimo  può arrivare a pesare 19 grammi , anche se la cosa normale è che il suo peso oscilla il 14.

Se c’è qualcosa che lo caratterizza, è la  maschera facciale rossa e le ali nere con una striscia gialla . Negli esemplari adulti il ​​piumaggio assume un aspetto tricolore con un motivo cefalico bianco e nero. Il becco è un picco semplice, adattato alla sua alimentazione.

Nel caso degli esemplari più giovani, le ali sono identiche agli adulti, ma la testa e il corpo hanno un tono brunastro, acquisendo il tipico colore cefalico tricolore dopo aver attraversato la prima muta in autunno. Ci sono varietà di piumaggio, ma tutto dipende dal tempo e dal ciclo della muta.

È un  uccello difficile da differenziare la femmina dal maschio , dal momento che non c’è praticamente alcun dimorfismo sessuale. Tuttavia, il maschio di solito presenta una maggiore quantità di rosso nella faccia e le penne nasali sono più scure. Quello che potrebbe aiutare un po ‘a differenziarlo dalla femmina nel caso volessi riprodurre la specie. Tuttavia, il modo migliore per distinguerli è ancora utilizzare il test del DNA.

Quanto può vivere un cardellino?

Rispetto ad altri uccelli come il pappagallo o l’ara, l’aspettativa di vita del cardellino è molto breve. La cosa normale è che la sua media della vita oscilla tra gli 8 ei 10 anni , anche se sono state viste alcune unità che sono riuscite ad arrivare ai 12 anni.

Tuttavia, quando raggiungono i 12 anni, è stato anche dimostrato che i cardellini iniziano la loro vecchiaia accelerata fino alla loro morte, che può raggiungerli pochi mesi dopo. Una grande curiosità dei maschi è che possono accoppiarsi con i canarini senza problemi.

Com’è il personaggio di questo uccello?

Il cardellino è un  uccello molto attivo e un personaggio molto allegro . Ama cantare e muoversi da un posto all’altro all’interno della gabbia o attraverso i rami degli alberi quando è libero.

Come un compagno di stanza non potrebbe essere migliore, in quanto è un animale molto affettuoso con il suo proprietario e ama illuminare la giornata con la musica. Inoltre, se ti abitui fin da piccolo, puoi imitare il ritmo di una canzone che hai sentito molto.

È vero che avere un cardellino femmina è un crimine?

In alcuni paesi sembra che sia considerato un crimine a  causa della caccia indiscriminata che questo uccello ha avuto. Pertanto, prima di pensare a mettere un uccello di questa specie nella tua casa, devi controllare la legislazione del paese per sapere se è legale o, al contrario, potresti commettere un crimine.

C’è un modo per avere la femmina, ma per questo dobbiamo considerare la nostra casa come un centro di riproduzione autorizzato, e in molti casi è negata la possibilità di avere una femmina nelle tue mani, quindi devi stare molto attento con questo punto.

Anche se, in  alcune aree, il maschio è anche considerato un crimine averlo , specialmente se è stato acquistato. Per evitare di mettersi nei guai e ricevere un reclamo da qualcuno alla  SEPRONA , non devi mai comprare un cardellino che non ha un anello, perché significa che è stato catturato illegalmente. Inoltre, se il venditore non ha la licenza di un argentiere, non è necessario affidarsi alla provenienza dell’uccello.

Sebbene sia una specie abbastanza diffusa al mondo, la caccia indiscriminata sta rapidamente esaurendo la popolazione, il che ha portato a iniziative molto difficili contro coloro che catturano questi uccelli. Essere proibito:

  • Cattura uccelli femminili. In tal caso, devono essere rilasciati per permettere alla specie di sopravvivere.
  • Non puoi catturare un nido di pulcini, essere considerato un grave crimine che può significare l’ingresso in prigione.
  • Se non sei un esperto silvestrista, è vietato cacciare questi uccelli se non accompagnati da uno esperto.
  • La vendita di questi uccelli senza essere una silvestrista certificata dall’organizzazione corrispondente. Se vendi questi uccelli senza questo titolo, commetterebbe un grave reato che potrebbe comportare un’alta multa o la reclusione per un crimine contro la natura.

Voglio andare d’accordo con il mio nuovo uccello, cosa devo fare?

Anche se di solito pochissime persone perdono tempo ad addestrare il loro cardellino, non è impossibile ottenere un piccolo rapporto con questo uccello che sia benefico per entrambi. La prima cosa è localizzare bene la gabbia, evitare che il cardellino abbia paura e che si trovi nel centro principale dell’attività della casa.

All’inizio l’uccello può essere spaventato, il che è abbastanza normale, ma a poco a poco, oltrepassa la gabbia, finché non si abitua alla tua presenza. È possibile che con il tempo si avvicinerà alle mura della gabbia quando vedrà apparire. Tuttavia,  non sarà ancora il momento di toccarlo , quindi non sorprenderti che se provi finisci per fare un bel bacio.

Per metterti al dito, la prima cosa da fare è ottenere la loro fiducia. Ottenere ci vorrà del tempo, quindi sii paziente. Apri la porta della gabbia  e metti in mano i semi di cardo, il tuo cibo preferito , in modo che si avvicini a poco a poco e li mangi. All’inizio non puoi avvicinarti, ma non temere, che prima o poi finirai per farlo.

Una volta che li mangi dalla tua mano, metti il ​​dito su di loro per salire su questo. Se non lo fai, spingilo un po ‘quando è sul gancio e cambierà direttamente al dito per avere un punto d’appoggio. Il primo giorno non fai niente, ma il giorno dopo puoi già provare ad accarezzare la pancia o la testa.

Dopo diversi giorni puoi rimuoverlo dalla gabbia, ma non sorprenderti dal fatto che finisca per volare per esplorare ciò che c’è intorno. Ci sono pochissime persone che lo lasciano muoversi liberamente intorno alla casa , poiché in una svista può finire per fuggire attraverso una finestra aperta. Nel caso in cui volasse via, non gridare o cercare di prenderlo. Lascialo solo tornare nella sua gabbia, lasciando il suo cibo preferito in questo e poi chiudere la porta.

Pronto ad avere un cardellino, come deve essere la tua gabbia?

Anche se sembra che il cardellino sia un uccellino, la verità è che  richiede una grande gabbia , soprattutto larga, dato che ama volare attraverso di essa per allungare le ali. Quindi,  dovresti comprare una gabbia larga 100 cm, alta 60 cm e profonda 80 cm , così avrai molto spazio per muoverti. Inoltre, è importante che la barra abbia una larghezza massima di 12 mm e che la separazione tra loro non superi 1 cm, al fine di evitare che l’uccello rimanga bloccato tra le barre.

Molta attenzione quando si acquistano le gabbie, poiché come regola generale per questo uccello vengono offerte piccole gabbie e non è necessario acquistarle per averle a casa, a meno che non la si trasporti all’esterno per partecipare a un concorso o per Portalo dal veterinario. Inoltre, dovresti evitare le gabbie ovali o a forma di scatola a tutti i costi. Optare sempre per quadrato o rettangolare.

Il materiale è anche molto importante, dal momento che ci sono alcuni che sono molto tossici per questi piccoli animali, come lo zinco, quindi  scommetti sempre su un acciaio inossidabile . Inoltre, assicurati di avere un buon vassoio alla base del vassoio che può essere facilmente rimosso durante la pulizia. Il prossimo aspetto sono le porte. I cardellini sono uccelli di piccole dimensioni, quindi potrebbero cercare di fuggire attraverso le porte con cui metti l’alimentatore e la fontanella, finendo per rimanere bloccati nel processo e potrebbero significare la loro morte. Quindi, per evitare questo piccolo problema , è meglio comprare un trogolo e un alimentatore che si aggancia dall’esterno  e c’è solo una porta attraverso cui puoi mettere la mano.

I posatoi che comprate sono realizzati in legno naturale , poiché quelli in plastica che vengono con le gabbie non servono a lisciare gli artigli. Con tre ganci avrai abbastanza da spostarti da un lato all’altro. Con i giocattoli, una corda o una scala potrebbe essere sufficiente, anche se è bene avere qualcosa che possa mordere, purché sia ​​di gomma e di qualità.

In estate, anche se si tratta di un uccello abituato a ambienti caldi,  è bene mettere una tazza di acqua fredda nella gabbia , in modo da poter fare il bagno ogni volta che ne hai voglia. Quindi rimuovere la tazza e rimetterla dentro, con acqua pulita, il giorno successivo.

È difficile individuare la gabbia di un cardellino?

Per essere in grado di localizzare la gabbia del cardellino, devi seguire le stesse linee guida del resto dell’uccello. Il primo è quello di  evitare una zona della casa dove ci sono molte correnti d’aria  , dal momento che il cardellino potrebbe prendere un raffreddore e ammalarsi. Né si dovrebbe essere in una zona dove c’è calore eccessivo o sole per ore. Beh, potrei morire per un colpo di calore.

Evitare a tutti i costi di metterlo sui balconi , dal momento che il rumore del traffico potrebbe sottolineare e non è un buon posto per una gabbia per uccelli, anche se è credenza popolare. Né dovresti metterlo vicino alla televisione  dai lampi sullo schermo che potrebbero essere dannosi per lui o in cucina, dove potrebbe essere intossicato dal fumo di ciò che cucini.

Il posto migliore sarà sempre il soggiorno, perché è dove si ottiene più vita sociale e si può ottenere per stabilire collegamenti con i membri della famiglia. Inoltre, la gabbia dovrebbe essere a livello degli occhi, impedendo così al cardellino di sentirsi intimidito o mostrare segni di ribellione verso il suo proprietario.

Devi pulire la gabbia del cardellino, cosa devo fare?

I cardellini  sono uccelli molto puliti , quindi la tua casa deve essere pulita a fondo. Per cominciare, il vassoio su cui si fanno i bisogni deve essere cambiato ogni due o tre giorni. Puoi mettere il giornale per renderlo più facile o carteggiare . L’alimentatore e il bevitore devono essere cambiati quotidianamente e puliti accuratamente almeno una volta  alla settimana per evitare di creare parassiti che possono attaccare il cardellino.

Per quanto riguarda la pulizia della gabbia, questo deve per essere fatto  due volte al mese . Usando la candeggina diluita in acqua per pulire bene le barre. L’uccello deve essere fuori dalla gabbia, in un’altra o sciolto se hai già fiducia in lui, perché la candeggina è tossica per lui. Dopo la pulizia buona bagnato che con l’acqua e poi asciugare con un panno.

Il cardellino può fare il bagno se stesso nella sua gabbia è molto importante, in quanto questo aiuta anche a prevenire la comparsa di parassiti. Nei negozi ci sono molte? Vasche da bagno? per uccelli di piccola taglia. Preparare un bagno d’acqua con alcune gocce di aceto di sidro di mele e non dovrai preoccuparti perché ha parassiti.

E cosa mangio il mio cardellino?

Il cardellino è un uccello granivoro e si  nutre soprattutto di semi . Ci sono già nei negozi alimenti che hanno diverse combinazioni di semi in modo da poter alimentare questo tipo di uccello, tuttavia, è sempre bene preparare alcune combinazioni fatte in casa per averlo pronto.

Soprattutto, il cardellino  che gli piace di più sono i semi dei cardi , che sono anche molto ricchi per questo a causa del suo alto contenuto di nutrienti e antiossidanti. Tuttavia, non può essere nutrito esclusivamente sulla base di questo seme, per quanto ricco sia per lui. Ecco perché devi dare semi di altre piante come la  borsa del pastore, la portulaca, il papavero, il girasole, il dente di leone o l’avena . Questi semi possono essere somministrati durante tutto l’anno e ogni giorno senza alcun rischio, a condizione che non venga superata una dose giornaliera raccomandata.

E ‘meglio per preparare un avere becchime combinato, Lianza, i semi di colza, lattuga nero, lattuga bianca, avena, sesamo, papavero, pizzo, di semi di canapa e avena decorticati  con un po’ di semi di cardo per garantire che si ha la dose necessaria di sostanze nutritive e vitamine nel giorno per giorno.

È un uccello che consuma anche  verdure come la cicoria, il pomodoro o la lattuga , che dovrebbero essere date ben tritate in modo da non avere molti problemi a mangiarle e un paio di volte a settimana. A loro piace anche frutta come arancia, pera, mela o fragole , che sono una fonte molto ricca di vitamine per questo uccello. Tre volte alla settimana almeno questo uccello deve prendere una combinazione di frutti, che può essere un perfetto sostituto per i semi.

Arricchisci la relazione con il tuo cardellino

Anche se è vero che il cardellino non è bloccato come un piccioncino può piacere, è come se qualcosa lo motivasse ad essere felice. Alla fine, essere rinchiusi in una gabbia non è qualcosa che ti renderà felice nel tuo giorno.

Quindi, una delle opzioni è offrire un compagno di gabbia all’uccello, specialmente se è impresso, in modo che non si senta solo. La cosa migliore è che è un altro uccello della stessa specie, ma va d’accordo anche con canarini e uccelli di dimensioni simili. Un’altra opzione è usare la musica rilassante , come la musica classica, un tipo di musica che ami ascoltare perché ti rilassa.

Naturalmente c’è sempre un’altra opzione, e cioè stabilire una relazione uomo-animale con l’uccello in modo che non si senta sola quando vede che c’è qualcuno intorno alla casa. Non è troppo difficile, ma richiede un po ‘di pazienza.

Che tipo di malattie puoi avere?

Tra le prime cause di mortalità di questi uccelli in cattività vi sono le malattie, soprattutto da parte di proprietari incuranti. Questa è la lista delle malattie più comuni di questi uccelli.

  • Coccidiosi:  come regola generale, appare quando sono stati presi cibo o acqua contaminata dalla saliva da animali malati. Il cardellino avrà una diarrea sanguinolenta, una perdita di peso, un flusso di saliva nel becco e pochi giorni dopo la comparsa dei sintomi morirà. Per evitarlo, è meglio pulire e disinfettare periodicamente la gabbia.
  • Colibacilosi:  come regola generale, viene prodotta mangiando cibo e liquidi contaminati, causando la mancanza di appetito degli uccelli, la diarrea colorata di verde e un carattere più opaco. La cosa normale è che può essere trattata con farmaci. La mortalità non supera il 50% dei casi, ma può essere trasmessa all’essere umano, quindi dobbiamo stare molto attenti.
  • Enterite:  l’infiammazione intestinale provoca la sensazione di secchezza nell’uccello, quindi inizierà a bere molto anche se perderà l’appetito. Sarà apatico con il proprietario e dormirà quasi sempre. Di solito è causato da parassiti, cibo di scarsa qualità o un’infezione. Può essere curato con antibiotici.
  • Falso muta:  i cardellini perdono la pelle una volta all’anno, ma è possibile che improvvisamente si notino che le piume cadono durante la stagione estiva. Questo di solito è dovuto alla mancanza di igiene o all’aver commesso un errore nella loro dieta. Devi dare un po ‘di polivitaminico nell’acqua.
  • Parassiti esterni:  nel caso in cui la gabbia non sia ben curata, né ciò che viene nutrito, il cardellino può avere parassiti esterni come acari o pidocchi. In questi casi è necessario utilizzare uno spruzzatore per eliminarli.
  • Polmonite:   ricorda che quando si localizza la gabbia del cardellino è necessario evitare che si trovi in ​​una zona con forti correnti d’aria. Se commetti questo errore, l’uccello inizierà ad avere problemi di respirazione con molto muco nelle narici, respirerà con il becco aperto e sarà come se fosse spento. Devi fornire calore e un antibiotico per recuperare.
  • Salmonellosi:  come regola generale, questa malattia viene contratta quando mangia cibo o acqua infetti (o se il cibo impiega molto tempo nella mangiatoia). Viene anche trasmesso per contatto con uccelli infetti. Tra i sintomi, il più comune è la diarrea abbondante. È possibile la morte dell’uccello e la trasmissione all’uomo. Devi andare dal veterinario per ricevere immediatamente il trattamento.
  • Lombrichi:  Sì, gli uccelli possono anche avere vermi come cestodi o nematodi. Soprattutto appare da una cattiva pulizia della sua gabbia. Tra i sintomi, perderai l’appetito, che ti farà perdere peso, sarai stanco e le feci mostreranno piccole particelle bianche. Dovrai parlare con il veterinario per curarlo.
  • Difterite:  è una malattia mortale che viene trasmessa dal contatto diretto con un altro campione infetto. Le piume perderanno il loro colore, avrai la diarrea, ti sarà difficile respirare ed è molto probabile che finirai per morire. Solo un veterinario esperto può aiutare l’uccello a sopravvivere.
  • Acariasis delle gambe:  sulle gambe cominciano ad apparire croste ruvide e toni grigiastri, deformazioni in loro. In genere, la causa è dovuta alla scarsa pulizia del fondo della gabbia, quindi è necessario applicare unguenti speciali per eliminarli.
  • Quistes:  La cosa normale è che se un cardellino ha le cisti è perché l’ha ereditato da uno dei suoi genitori. Tra i sintomi, inizierai a presentare un gonfiore sottocutaneo nella parte posteriore e nelle ali. Devi rimuoverli, ma solo un veterinario molto esperto può.

Voglio che il mio cardellino si riproduca, cosa devo sapere?

Prima di tutto ricorda che avere una femmina in cattività, a meno che tu non abbia ottenuto il permesso appropriato, è un crimine. Il secondo è che  i cardellini possono riprodursi due volte l’anno , a metà marzo-aprile e poi in primavera. È raro che riescano a riprodursi tre volte nello stesso anno, ma non impossibile.

Per rendere più facile la riproduzione di una coppia, è meglio metterli in un modulo separato, con un grande nido di legno in modo da avere un po ‘di privacy. Dopo aver copulato, la femmina passerà nel nido tra 6? 10 giorni prima di  mettere 5 o 6 uova bianche , anche se alcune potrebbero avere delle sfumature rosse. Una volta che questo è stato fatto,  il processo di incubazione inizierà dalla parte della femmina tra 12 e 15 giorni , periodo in cui viene nutrita dal maschio.

Quando i pulcini nascono, non hanno piume, sono sordi e ciechi, quindi  vengono nutriti dai genitori fino a 15 giorni , quando hanno già il loro piumaggio, così possono essere trasferiti in una gabbia indipendente se è desiderato È nella muta autunnale quando ottengono il loro piumaggio definitivo.