Skip to content
Uccelli Esotici

Gibboso spagnolo canarino

Ti piacerebbe avere un canarino in casa che è particolare e speciale? Ci sono molte proposte per le quali potresti optare in questo caso, ma senza dubbio uno dei più che ti piacerà sarà il gilboso canarino spagnolo.

Come è nata questa specie?

La verità è che questo problema è emerso come risultato indesiderato per le successive croci subite dagli esemplari della razza dei canili di Sevillian (specie già estinta).

Fu nella metà del ventesimo secolo, quando iniziarono i lavori sulla riproduzione del raffinato sivigliano , che aveva piume arricciate e marcate, ma quando combinato con il canarino meridionale riccio, originario delle isole Canarie, ebbe come risultato questo uccello. Fu nel 1984, quando questo uccello vinse un concorso in Germania, che ottenne la distinzione e il nome di gilboso spagnolo canarino.

Com’è fisicamente?

La verità è che sarebbe facile confonderlo con il canarino italiano gilboso , ma le sue dimensioni sono un po ‘più grandi, intorno ai 17 centimetri , con un collo più lungo e proiettate verso il basso. Inoltre, le gambe sono molto più lunghe. Nel petto, i riccioli del jabot sono diretti verso la parte centrale, lasciando nuda l’area dello sterno.

La testa, il collo e l’addome hanno un piumaggio liscio, mentre nella parte posteriore una linea centrale separa i riccioli che cadono simmetricamente su entrambi i lati. Sono anche i ricci sinestrici che sono nel magro e formano un paio di pinne curve indietro. Esistono diversi tipi di colori , il più caratteristico è il giallo con il piumaggio macchiato di un’ombra più scura. Nelle competizioni l’unica che non è ammessa è quella con il fattore rosso.

Quando appollaiato sul gancio, forma un angolo tra 45? 60 º rispetto al suo tronco, che diventa la sua caratteristica più notevole. Non è un uccello molto problematico, ma il suo aspetto fa sì che molti si tirino indietro dal voler averlo a casa perché non è bello come gli altri canarini. Tuttavia, non esiste una Canaria più amichevole e collegata al suo proprietario rispetto allo spagnolo gilboso.

Come dovremmo prendercene cura?

Proprio come accade al suo lontano cugino italiano, la verità è che non è un uccello che ama molto il movimento all’interno della gabbia. Quindi, solo una gabbia con le giuste dimensioni in modo da poter allungare le ali di volta in volta e che è abbastanza grande in modo che non stress.

Questo dovrebbe essere situato in una zona dove non ci sono correnti d’aria e in cui la luce solare non direttamente, poiché improvvisi cambiamenti di temperatura sono di solito uno dei motivi principali per la morte di questi uccelli.

La loro dieta è in qualche modo diversa da quella dei loro parenti, poiché è composta da una miscela di semi di becchime, nero, nabina, avena, capra, allevamento, semi di canapa e lattuga. Molti allevatori raccomandano di somministrare un complesso vitaminico nell’acqua in modo che riceva lesostanze nutritive di cui ha bisogno , così come alcuni frutti e verdure, ben lavati e tagliati, per evitare che l’animale si ammali a causa della mancanza di sostanze nutritive. o acqua durante i mesi estivi.

È facile da riprodurre? La verità è che no. I novizi allevatori non dovrebbero provare questo uccello fino a quando non avranno più esperienza, dal momento che è molto difficile farli avere un bambino o avere l’aspetto che si desidera. È meglio averlo come un esibizione di uccelli o come animale da compagnia.