Skip to content
Uccelli Esotici

Anatra disossata

Ami le anatre? Non tutte le specie possono essere considerate come uccelli da compagnia. Ma questo significa che non puoi divertirti a conoscere alcune specie, giusto? Come ad esempio l’anatra accaldata!

Vari nomi, in base alla loro area di distribuzione

E ‘noto anche come colletto di anatra o collare verde acqua. Il suo nome scientifico è callonetta leucophrys , un uccello anseriforme della famiglia dell’Anatidae naturale del Sud America . La sua area di distribuzione si estende in tutta l’area centrale del continente, in Bolivia, Brasile, Paraguay, Uruguay e Argentina settentrionale.

Di solito vive in estuari, inondazioni di savane e lagune , mostrando una preferenza per le lagune e le terre allagate che sono vicine agli alberi. Ambienti da un livello del mare di circa 700 metri di altitudine.

Facile da differenziare i sessi

È un uccello di taglia media, tra 35 e 38 cm , con un peso compreso tra 190 e 360 ​​grammi. Presenta un forte dimorfismo sessuale , rendendo molto facile distinguere il maschio dalla femmina.

Il maschio ha le piume intorno all’occhio di un tono grigio chiaro, che vengono chiarite quando raggiungono la nuca , dove attraversano una lista nera orizzontale. Le penne del petto sono di rame, mentre sui lati è grigio. Le penne delle sue ali sono di un marrone intenso, con liste in nero . Le sue parti inferiori sono di un tono chiaro con una breve presenza di piume grigie. Le penne della coda sono di un tono scuro, con una macchia bianca su ciascun lato.

La femmina d’altra parte ha un piumaggio più scuro. Le ali, la nuca e la coda sono di un colore marrone molto scuro. La sua faccia combina piume marroni e bianche. Nel suo corpo, bianco, grigio e marrone si mescolano, il che gli conferisce un aspetto macchiato. Inoltre, ha piume verdastre sulla punta delle ali, a volte molto poco appariscenti.

Sai come si riproducono?

Poiché vive abitualmente vicino a zone con abbondante acqua, si nutre principalmente di vegetazione acquatica. Questo, di regola, arriva dalla superficie, ma può anche sommergere il loro corpo un po ‘per estrarlo dal fondo. Crostacei e piccoli insetti acquatici possono anche far parte della loro dieta.

Non è stato stabilito che si tratti di una specie monogama, ma ci sono stati casi di coppie che hanno passato insieme le loro intere vite. Il nido è solitamente costruito dalla femmina, con l’aiuto del maschio che gli dà alcune delle sue penne. Dopo essere stata costruita, la femmina mette in media 8 uova e può raggiungere 12.

Il lavoro del maschio durante il processo di incubazione, che dura circa un mese, sarà quello di monitorare l’arrivo di eventuali predatori. Dopo che i piccoli sono nati, imparano nei loro primi giorni a procurarsi il cibo, con un piccolo aiuto da parte dei genitori . Si nutrono di una miscela di piante acquatiche e insetti che viene rigurgitato dai genitori. Quando raggiungono il mese di vita, hanno già un’indipendenza quasi totale, ma non lasceranno il nido fino a due mesi.