Skip to content
Uccelli Esotici

Albatro dai piedi neri

Ti piacciono le specie di albatros? È abbastanza diffuso e senza dubbio ci sono molte specie da scoprire. Come per esempio l’albatro dai piedi neri, una delle specie di questa famiglia che è in pericolo di estinzione.

Vivere in zone tropicali

Il phoebastria nigripes è un membro della famiglia albatros che si riproduce, principalmente, nelle isole tropicali del Pacifico, a nord-ovest delle Hawaii e le isole minori che sono lontane dagli Stati Uniti.

Soprattutto vive nelle zone costiere vicine, molto raramente nelle aree boschive o lontano dalle spiagge, dove può facilmente ottenere il suo cibo.

È diverso dagli altri albatros?

La verità è che è un albatro piuttosto curioso. È vero che molti albatros di solito hanno il bianco e il nero come colore predominante, ma nel caso di albatro dai piedi neri, il loro aspetto è leggermente diverso.

All’interno della famiglia, si tratta di un piccolo esemplare che misura tra 68 e 74 cm . Non presenta dimorfismo sessuale, anche se sembra che la femmina possa essere un po ‘più piccola, ma non è un sistema affidabile per differenziare il sesso.

Il colore del suo piumaggio è un tono marrone molto scuro che predomina in quasi tutto il corpo. Intorno alla vetta ci sono piume bianche e un piccolo anello bianco. Nella parte inferiore del suo corpo il colore bianco gli conferisce un aspetto macchiato. Nella sua coda, la parte inferiore inizia ad essere bianca, ma poi prendono il colore marrone del resto del corpo.

Le loro gambe sono di un colore totalmente nerastro , e il picco di un tono marrone scuro con la punta un po ‘più chiara. Sebbene non sia considerata una sottospecie, esiste una variante in cui il colore delle piume appare più scuro di un tono marrone. Quando sono giovani, il loro aspetto è di un tono totalmente scuro, finché non lasciano le piume bianche con il primo cambio di piuma.

Ci sono molte copie?

La verità è che si stima che ci siano circa 64.500 coppie riproduttive in almeno 14 luoghi del pianeta. Tuttavia, l’albatro non è una specie che si riproduce durante tutto l’anno, ma solo una volta all’anno. Inoltre, a volte gli individui riproduttori non vanno nella colonia per svolgere questa funzione, quindi il tasso di natalità di nuovi esemplari è stato ridotto considerevolmente.

Quando si riproduce, lo fa sulle spiagge o sulle scogliere con poca o nessuna vegetazione. In rare occasioni lo fanno in aree con erba. La femmina depone solo un uovo e lo incuba per quasi due mesi. Quando il pulcino nasce, è responsabile dei genitori fino a quando non ha completato 8 mesi di vita e inizia il suo viaggio da solo. La loro dieta è composta principalmente da uova di pesce volante e calamari, a caccia di altri pesci d’acqua e piccoli crostacei.

Come è successo ad altri membri della sua famiglia, è stata una specie molto cacciata durante il diciannovesimo e il ventesimo secolo, al fine di ottenere le loro piume per essere in grado di realizzare cuscini, cuscini e altri prodotti per le case. Inoltre, il fatto di dover nutrire direttamente animali marini lo rende molto vulnerabile ad alcuni predatori oceanici. D’altra parte, la diminuzione del numero di pesci e la perdita del loro habitat naturale hanno causato una diminuzione considerevole della popolazione di albatros dai piedi neri negli ultimi 20 anni.