Skip to content
Uccelli Esotici

Albatros

All’interno delle famiglie di uccelli, ce ne sono alcuni che si distinguono per la loro maestosità, soprattutto per le grandi dimensioni che hanno. Questo è il caso degli albatros, uno dei più grandi uccelli esistenti.

Tipi di albatros

Cos’è un albatros?

Gli albatros fanno parte dell’ordine dei procellariiformi e sono conosciuti con il nome scientifico di  Diomedeidae . Sono nello stesso gruppo dei procelariidos, hidrobátidos e peelecanoides.

Di solito  misurano tra 1 e 1,5 metri di lunghezza, con un peso superiore a 8 chilogrammi . Ma ciò che li rende davvero enormi è quando allargano le ali, perché possono avere un’apertura alare di oltre tre metri, il più grande di tutti gli uccelli.

Puoi avere un albatros domestico?

A causa delle dimensioni di questo uccello, sarebbe impossibile averlo come un uccello domestico. Inoltre, dobbiamo tenere presente che si tratta di una specie che  viene utilizzata per vivere vicino ai bordi delle scogliere o all’interno di crepe di questi.

Le uniche persone che hanno avuto un albatro come un uccello, nel corso del tempo in cui ha finito di guarire a causa di ferite o lesioni, hanno assicurato che è molto difficile prendersene cura e mantenerlo.

Quante specie di albatros ci sono?

Attualmente si ritiene che  ci siano tra 13 e 24 specie di albatros , una quantità che è ancora oggetto di dibattito. Queste specie sono divise in quattro generi:

  • Diomedea  che comprende grandi albatros.
  • Thalassarche
  • Phoebastrial  che include gli albatros del Nord Pacifico
  • Phoebetria  che include gli albatros scuri

Gli specialisti ritengono che gli albatros del genere Phoebastrial siano un taxon herano dei Thalassarche, motivo per il quale generalmente li mettono nello stesso gruppo.

Secondo la Lista Rossa IUCN,  ci sono attualmente 8 specie vulnerabili, 6 sono in pericolo di estinzione e 3 sono in grave pericolo di estinzione.

Quanto dura un albatro?

La verità è che hanno un’aspettativa di vita abbastanza lunga, sebbene questo sia determinato dal luogo in cui risiedono.

Di norma, gli albatros hanno  un’aspettativa di vita tra 35-42 anni in media, sebbene ci siano stati casi di alcuni membri che hanno raggiunto i 50 anni. Tuttavia, è normale che muoiano tra 10-15 anni.

Dove sono distribuiti?

Gli albatros sono una specie abbastanza distribuita, ma gli scienziati hanno realizzato una significativa raccolta di dati grazie al tracciamento satellitare. Grazie a questa ricerca, è stato determinato che  non fanno viaggi o migrazioni annuali , ma si disperdono dopo la stagione riproduttiva.

È stata ottenuta la prova della separazione della separazione tra specie diverse. Ciò è anche dovuto al suo comportamento. Ad esempio,  l’Albatr o vagare s  alimenta l’acqua con una profondità di oltre 1000 metri, mentre le razze albatros di Tristan a Gough Island ed viaggiano ovest mentre le femmine fanno in questa direzione.

Cosa mangia un albatro?

L’alimentazione di un albatro  è composta, per la maggior parte, da cefalopodi, pesci e crostacei, ma possono anche essere spazzini e nutrirsi di carne o pulcini di un’altra specie. Integrano la loro dieta con zooplancton.

Tuttavia, c’è una piccola differenza tra nutrire una specie e l’altra. L’  albatro dai piedi neri si  nutre di pesci, mentre l’  albatro di Laysan  pesca i calamari.

Le loro abitudini alimentari sembrano essere per lo più diurne. Inoltre, molte indagini ottenute dai resti lasciati dai calamari a rigurgitare dagli albatros erano molto grandi per essere ingerite. Ciò potrebbe indicare che gli albatros approfittano della pesca dell’essere umano per catturare calamari che sono distratti o che sono morti  durante il processo di pesca, ma che sono stati successivamente rigettati in mare.

Come è il processo di riproduzione di un albatro?

Le specie di albatros sono piuttosto una colonia e di solito si annidano in isole remote . Usano territori di carattere continentale, con un buon accesso al mare in diverse direzioni , come accade nella  penisola di Otago  a  Dunedin (Nuova Zelanda). Alcuni nidificano in terreno aperto, ma altri nidificano sotto gli alberi, come gli albatros grigi.

Come per molte specie di uccelli marini, gli  albatros seguono la strategia del? K? per il tuo ciclo di vita . Ciò significa un basso tasso di natalità che viene compensato con un’elevata longevità, ritardando il momento di procreare e investendo meno sforzi nella prole.

Un albatro adulto  raggiunge la maturità sessuale una volta raggiunta l’età di cinque anni , ma questo non significa che si uniscano a una coppia per riprodursi. In effetti, potrebbero non farlo finché non hanno 10 anni. Una volta che una coppia è stata stabilita, durerà tutta la vita, perché gli albatros sono una specie monogama, come nel caso dei cigni. Gli esemplari più giovani si uniscono alla colonia, dedicandosi a praticare i rituali di accoppiamento e le danze di questa famiglia di uccelli.

Una volta che la coppia è stata stabilita e l’atto dell’accoppiamento è stato effettuato, la femmina deporrà un singolo uovo del peso compreso tra 200 e 500 grammi. Tuttavia, se perdono l’uovo a causa di un predatore o di un incidente, non cercheranno di riprodursi fino all’anno successivo, o forse fino all’anno successivo.

Per costruire il nido, l’albatro uso di erba, cespugli, terreno, torba e pinguino piume, anche se gli esemplari che vivono nel Pacifico utilizzano elementi per costruire un più rudimentale. Galapagos albatros è quello con il comportamento più curiosi in questo senso, perché l’uovo si muove lungo il territorio di allevamento a volte anche su tragitti di 50 metri, che causa la perdita di uova.

Il processo di incubazione viene eseguito da entrambi i genitori, un processo che può durare tra 70-80 giorni  (un po ‘di più nel caso dei campioni più grandi). Dopo la schiusa, il bambino sarà protetto per tre settimane fino a quando sarà abbastanza grande da difendersi e termoregolarsi.  In questo periodo sono i genitori che nutrono il pulcino rigurgitando il cibo nel becco.

I giovani di questa specie impiegano molto tempo a mettersi le piume. I grandi albatros, ad esempio, possono richiedere fino a 280 giorni, mentre quelli più piccoli possono richiedere tra 140-170 giorni. I cuccioli di albatro guadagneranno molto peso, al fine di utilizzare queste riserve per essere in grado di aumentare le loro condizioni corporee e sviluppare la crescita. Si lasciano da soli e non ricevono ulteriore aiuto dai genitori. Torneranno al nido una volta che saranno pieni di piume.

Gli albatros e l’essere umano

La verità è che l’albatro è stato un uccello molto famoso nella cultura popolare, e descrivere l’uccello più leggendario. E ‘il fulcro di poesia  Ballata del vecchio marinaio  (Ballata del Vecchio Marinaio) di  Samuel Taylor Coleridge , così come un albatro prigioniero è la metafora utilizzata per il poema  L’albatro Charles Baudelaire .

Precedentemente,  i Maori usavano le ossa delle ali per incidere tatuaggi cerimoniali sulla loro pelle, così come per intagliare i flauti . Sono uccelli apprezzati e amati da tutti gli amanti dell’ornitologia. In realtà, le sue colonie sono una destinazione molto popolare per l’ecoturismo.

Villaggi come  Monterey, Kaikora, Wollongong o Sidney  hanno fatto regolarmente avvistamenti di uccelli marini pelagici. Poiché queste barche gettano l’olio di pesce in mare durante il loro viaggio, questo attrae gli albatros.

Una delle più popolari colonie di albatros da visitare è a  Taiaroa Head , in Nuova Zelanda, dove c’è una colonia di albatros settentrionale. Questo attira fino a 40.000 visitatori all’anno . Nel caso in cui una colonia sia isolata, le crociere sono utilizzate per attirare l’ecoturismo.

È una specie molto minacciata

Che la specie di albatro sia molto estesa non significa che non corrano molti rischi e che abbiano molte minacce intorno a loro. Uno di questi, e il peggiore, è la pesca commerciale con palangari. Gli albatros, così come altri uccelli marini, si nutrono di frattaglie e sono attratti dall’esca lunga, agganciati alle linee e annegano. La stima è di un totale di  100.000 albatros all’anno che muoiono da questo sistema di pesca  illegale effettuato da pirati e pescatori senza scrupoli e rispetto per questi uccelli.

E in alcuni casi, un albatro potrebbe morire scontrandosi con un aeroplano? Certo, e ci sono stati molti casi. Uno dei più famosi era Atway di Midway, dove  la collisione degli albatros di Laysan con gli aerei ha causato la morte di umani e diverse interruzioni delle operazioni di volo militare.

Per evitare tali incidenti, nel 1950 e all’inizio del 1960 sono stati esaminati i risultati dell’istituzione di vari sistemi di controllo, nonché la distruzione di siti di nidificazione degli uccelli, di caccia di uccelli e pulizia del terreno al fine di eliminare le correnti d’aria in aumento utilizzate da questi uccelli. Così, le strutture sopraelevate uccisero più di 3000 uccelli in collisioni di volo tra il 1964 e il 1965 prima che l’altezza delle torri fosse ridotta.

Anche se non è stata la causa principale della sua chiusura, finalmente nel 1993, quando le strutture dell’aviazione navale delle Isole Midway hanno chiuso i battenti, la morte di questi uccelli è stata interrotta dalla collisione con gli aerei, che ha contribuito a ridurre il numero di morti. Tuttavia, l’introduzione di alcuni predatori e la contaminazione da vernice di piombo continuano a uccidere migliaia di uccelli all’anno. Infatti, a Midway  furono molto cacciati nel 20 ° secolo perché le loro penne erano molto popolari, il che significava la morte di oltre 300.000 esemplari.

L’albatro può essere un grande uccello, ma non può fare nulla contro un predatore che ha artigli. L’introduzione di ratti e gatti selvatici, che attaccano in particolare i giovani e le uova, ha rallentato la crescita della specie. Sull’isola di Gough, dove si trova una delle più grandi colonie di uccelli marini del mondo, i giovani degli albatros di Tristan che vi nidificano  vengono attaccati da topi domestici che sono stati introdotti sull’isola . Ma i predatori non sono gli unici problemi degli albatros. Un animale introdotto del bestiame finisce con lo strato di pascolo, così come l’introduzione di alcune piante diverse da quelle che nell’isola hanno ridotto l’habitat che questi possono avere per il loro nidificazione.

L’alimentazione è anche un rischio per questi uccelli. Molti di loro confondono detriti di plastica galleggianti con il cibo, e poiché la quantità di plastica nei mari è aumentata drammaticamente negli ultimi 50 anni, è  molto pericolosa per gli uccelli . Per un albatro, la plastica è impossibile da digerire e occupa uno spazio nello stomaco che dovrebbe essere utilizzato per il cibo. Inoltre, può causare l’ostruzione che impedirebbe l’uccello di mangiare.

A volte, e questo preoccupa gli esperti, questa plastica viene rigurgitata e utilizzata per nutrire i giovani. Nelle isole Midway  furono trovate grandi quantità di plastica ingerite nei giovani morti di matera naturale.

Qualche curiosità sulla specie?

Sai già che l’albatros è una specie monogama, che subisce molti rischi a causa dell’essere umano e che può volare per centinaia di chilometri. Ma ti piacerebbe saperne di più su questa specie?

La più grande minaccia e predatrice degli albatros sono gli squali tigre . Quando la stagione di nidificazione degli albatros è terminata, gli squali tigre gravitano verso il punto di accesso più vicino ai nidi di albatros. Si stima che questo animale sia responsabile della morte del 10% dei pulcini allevati all’anno.

Gli albatros  sono in grado di volare per centinaia di chilometri senza fare un singolo svolazzare , una prodezza che nessun’altra creatura volante ha raggiunto. Questo è possibile grazie al fatto che durante i loro viaggi trascorrono la maggior parte del loro tempo con le facce al vento e questo ne approfittano per salire. Quindi tornano giù verso l’oceano. Grazie a questa tecnica possono coprire enormi distanze con pochissimo sforzo. Una tecnica che gli ingegneri vogliono imitare per sviluppare aerei più efficienti.

Di norma, gli uccelli marini non hanno un buon senso dell’olfatto. Tuttavia, nel caso dell’albatro, ha un unico senso dell’olfatto per essere in grado di localizzare la sua preda. Infatti,  possono farlo fino a 12 miglia di distanza .

Hanno un comportamento piuttosto curioso con la specie di moonfish, conosciuta come mola mola. Questo pesce è solitamente, a causa delle sue grandi dimensioni, molti crostacei e parassiti sulla pelle. Ma l’albatro di Laysan lo  insegue e tira via i crostacei dalla sua pelle, quindi è come se pulissero il suo corpo.

Chi è che nel mondo animale le coppie omosessuali non si formano? In effetti, il 31% delle coppie di albatros di Laysan nell’isola di Hawaii a Oahu sono femmine.