Skip to content
Uccelli Esotici

Agapornis taranta

Tra le nove specie di Agapornis, la Taranta è una delle specie più amate e senza dubbio tra le migliori che si possano allevare se si pensa di avere uno di questi uccelli a casa.

¿Quando è taranta agapornis?

L’agapornis de taranta, noto anche come i pappagallini  dell’Abissinia , fu scoperto nel 1814 in una regione dell’Etiopia, da cui ebbe origine. È uno dei più resistenti, dal momento che può vivere ad altitudini fino a 3.000 metri.

Sebbene sia una specie che molti allevatori vogliono avere, in realtà  ci sono pochissime informazioni su questo uccello e questo li rende poco importanti . Alcuni paesi, come l’Etiopia, dove hanno origine, hanno vietato l’esportazione per evitare l’estinzione di un uccello che pochi sanno come curare adeguatamente.

¿Come sono i taranta lovebirds?

È un agapornis di medie dimensioni che misura circa  17 centimetri  dal becco alla coda e il suo peso può raggiungere i  75 grammi . Nonostante siano animali che vivono in zone così elevate,  possiedono il fascino e il carattere docile e calmo del resto dei loro parenti di questa razza . A differenza di altre specie di piccioncini, non sono conosciute sottospecie.

Il colore del suo piumaggio è solitamente di un tono verde intenso , fatta eccezione per la testa, le flange e il viso che hanno una tonalità rossastra. Nel torace, nell’addome e nell’infrastruttura il colore verde è un po ‘più pallido, e le sottostanti delle ali e le piume sono nere. Il becco è rosso, mentre il suo iris è marrone scuro e le gambe di solito hanno una tonalità grigia. A contatto, le loro piume sono abbastanza morbide, quindi è molto bello accarezzare questo uccello.

Non è così difficile distinguere il maschio dalla femmina, poiché  presenta un dimorfismo sessuale . La differenza si trova nella testa, nelle flange e nell’area del viso che sono verdi, come le sottostanti delle ali, mentre nel maschio sono di una sfumatura rossastra. Ciò rende abbastanza facile distinguerli, anche quando sono giovani.

Nel caso della prole, questi uccelli sono molto simili alle femmine, ma man mano che crescono, il colore rossastro del viso e della testa appare gradualmente. Per sapere quando sono giovani se è maschio o femmina, guardano le copritrici alari, che diventano nere quando raggiungono i quattro mesi di età. In alcuni casi possono essere distinti quando sono più piccoli perché le penne rosse iniziano ad apparire sulla fronte.

¿È difficile alzare?

Sebbene oggi  sia abbastanza difficile trovare un taranta,  non è assolutamente impossibile dato che ci sono molti allevatori che sono riusciti ad espandere il loro allevamento in tutto il continente europeo.

All’inizio è un uccello che può essere piuttosto timido, ma quando non viene osservato è molto attivo. Poco a poco si abitua al contatto umano e non sarà molto difficile tirarlo fuori dalla sua gabbia . Nel caso di importazione dall’estero devi essere molto attento, e sono uccelli molto sensibili a catturare infezioni, per questo motivo nell’acqua devi fornire vitamina C. Inoltre, è un uccello che ama rosicchiare il legno, per quello che devi dare alcuni rami di frutta per essere intrattenuto.

Quando si tratta di ospitare questo uccello, è ideale per le coppie, poiché nonostante sia un animale affettuoso è aggressivo con altre specie. La strada dovrebbe essere 2x1x2 metri più o meno nel caso in cui ci saranno due uccelli di questo tipo, la metà se sarà solo uno. Nella gabbia dovresti avere due nidi, in modo da poter scegliere quello che ti piace di più e sentirti a tuo agio al suo interno.

Il cibo è la chiave per mantenere viva questa razza . Secondo gli allevatori esperti in questo, la loro dieta dovrebbe essere composta da una combinazione di semi di miglio, miscela canarino, semi di girasole e canapa. È anche  bene aggiungere un po ‘di miglio di ramo  e, occasionalmente, germogli di erbe. In grande abbondanza dovranno mangiare pezzi di frutta, verdura e verdura per ricevere tutte le vitamine e i minerali di cui hanno bisogno per sopravvivere.

Anche se non è una specie difficile da allevare, se è più di altre razze e piccioncini. La coppia deve essere insieme nella voliera fin dall’inizio, al fine di ottenere una connessione tra di loro. Non è consigliabile cercare di combinare il maschio con partner diversi, dato che è un uccello molto affettuoso con il suo partner e se non ha questo si sentirà triste anche se ce n’è un altro che la conforta. Se si ottiene, in ogni posa ci saranno da tre a cinque uova e dopo 24 giorni nasceranno i pulcini.