Skip to content
Uccelli Esotici

Agapornis cana

Hai deciso di prendere una coccinella sotto le tue cure? Forse dovresti pensare bene ad accogliere una Canapapis. Perché? Bene, perché è uno dei migliori al mondo. Quando scoprirai qualcosa di più su di lui, ti innamorerai sicuramente.

Cosa si sa di questo uccello?

In realtà pochi dati sulla sua origine possono essere trovati tra i libri. È un innamorato nativo del Madagascar e  vive sia nei campi di palme che nella giungla, oltre che nelle coltivazioni di riso, nelle foreste tagliate e in alcune città è persino possibile trovare alcuni esemplari.

Anche se è abbastanza bello, la verità è che le varianti meno ricercate da avere in cattività, anche se è un animale che è comune per essere catturato e venduto nei negozi.

Quali sono le caratteristiche di un lovebird cana?

È un piccolo uccello che raggiunge un massimo di  13 centimetri e il suo peso oscilla solitamente tra i  30? 36 grammi , che lo rende una delle varianti più piccole di questa specie.

Il colore di base è il verde , essendo più intensa nella parte posteriore del corpo e giallastra che si avvicina verso il ventre. La sua testa, petto e schiena del collo hanno un biancastro – grigio , che dà il nome a questo uccello, anche se questo colore può avere toni del giallo.

Le sue ali sono bianche nella maglietta primaria, che si staglia sul verde brillante del resto del suo corpo. La parte inferiore dell’ala, che è visibile solo quando vola, è un tono marrone nerastro, mentre la coda è verde. Le ali hanno una striscia gialla , molto caratteristica di questo animale. A differenza di altri piccioncini,  il becco e le gambe sono di colore grigiastro, mentre l’iride è marrone .

E ‘difficile per distinguere il maschio dalla femmina, in quanto  femmina adulta ha marcature grigio e la colorazione della parte nascosta dell’ala è verde o un tono nero Marro n. Quando sono giovani sono molto simili agli adulti, tranne che i colori vengono proiettati, con un collo grigio verdastro o biancastro che cambia colore come l’uccello cresce.

Avere l’agapornis cana in cattività, cosa dovresti sapere?

Non è una sfida impossibile avere in cattività agapornis in cattività, anche se molti venditori non commerciano con loro. Ad esempio, se vuoi avere questo uccello per la riproduzione, devi sapere che la chiave principale è nel feed. Durante i mesi che non sono in calore, devi nutrirli con semi essiccati, come fringuelli e miglio, così come un pezzo di frutta. Ma nella stagione riproduttiva, devi nutrirlo con una miscela di fringuelli, semi germinati e una piccola pasta all’uovo.

Le misure del nido sono molto importanti , poiché lì la madre passerà più tempo con i giovani. Questo almeno deve avere una lunghezza di 18 cm per 13 cm di larghezza e 14 cm di altezza, cercando di avere una forma a L, che lo rende più comodo per la deposizione delle uova e la loro incubazione.

Come dovrebbe essere la gabbia? In effetti, una normale gabbia sarebbe sufficiente, lunga 60 cm e alta 50 o 60 centimetri . Si consiglia di coprire il pavimento della gabbia con sabbia, in modo che sia più facile da pulire e che lo spessore delle barre della gabbia non superi un centimetro. Dobbiamo anche ricordare che agli agapornis non piacciono molto le gabbie ovali o a forma di casa, quindi bisogna cercarne una rettangolare o quadrata. Non c’è bisogno di riempire la gabbia con molti giocattoli.

Al momento di rimuoverlo dalla gabbia, perché l’agapornis cana non presenta molti problemi per prendere confidenza con l’essere umano, sebbene non sia affettuoso come altre varianti della specie. Prima di tirarlo fuori dalla gabbia, devi abituarlo a mettersi un dito. Il primo giorno in libertà, è consigliabile chiudere la porta della stanza e le finestre, in modo che non sfugga, mettendo il cibo che più ti piace nella gabbia. In questo modo tornerà da lei quando avrà fame.